Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno VIII - Num. 42 - 7 giugno 2020

Anno VIII - Num. 42 - 07 giugno 2020 Politica e società

Rappresentanti Cgil, Cisl e Uil nel Forum contro la violenza di genere sul provvedimento varato dall’Ars

di Redazione TrinacriaNews
         

Violenza di genere: per le rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil nel Forum “occasione mancata di sanare le criticità della legge precedente e di evitare la frammentarietà delle norme”

Palermo, 18 giu- Le rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil nel Forum contro la violenza di genere  intervengono sulla legge contro la violenza di genere  approvata nei giorni scorsi dall’Ars. “Senza entrare nel merito del provvedimento, che comunque conferma una positiva attenzione sul fenomeno – sostengono  Elvira Morana, Rosanna La Placa e Vilma Costa- rileviamo che si tratta però di un’occasione mancata di rivedere complessivamente la  legge del 2012 , evitando la frammentarietà   delle norme   e raccordandosi  con il piano nazionale contro la violenza sulle donne”. “Spiace che le deputate – sottolineano Morana, Costa e La Placa- non abbiano fatto la scelta di confrontarsi con tutte  le componenti del Forum che da anni rilevano le criticità e avrebbero fornito i loro
contributi. Che l’assessore, inoltre, non si sia fatto carico di rappresentare  quanto più volte emerso in seno al forum”.

Le tre esponenti di Cgil, Cisl e Uil concludono dicendo che “nelle questioni delle donne meno protagonismo e più gioco di squadra può soltanto rafforzare il percorso per il raggiungimento degli obiettivi. In tal senso bisogna recuperare e definire una legge regionale di cittadinanza di genere che affronti complessivamente tutte le problematiche, dal lavoro al sociale e contro la violenza sulle donne in tutte le sue sfaccettature”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*