Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno VIII - Num. 42 - 7 giugno 2020

Anno III - Num. 18 - 07 agosto 2015 Cultura e spettacolo

Palermo Collezioni e Palermo Fashion Night. Weekend di moda ed eleganza nel cuore del centro storico cittadino

Intervista a top model internazionale Dayane Mello

di Andrea Ferruggia
         

Dayane Mello URL IMMAGINE SOCIALPalermo – È stato un weekend alla volta del buon gusto e dello charme, quello da poco trascorso nella nostra città di Palermo. Sì perché l’autunno, che ancora non sembra voler giungere, è stato elegantemente anticipato nel cuore del centro storico, grazie all’evento di moda più atteso dell’anno: “Palermo Collezioni” e “Palermo Fashion Night”. La tradizionale sfilata, giunta alla sua VI edizione per volere della 2Erre Regia Eventi di Roberto Capone e Rosi de Simone, dalla suggestiva passerella delle Mura delle Cattive si è spostata questa volta nella centralissima piazza Bologni che, dal 3 al 4 ottobre ha visto incedere con estrema classe le più rare bellezze siciliane. Le due giornate hanno ricevuto il patrocinio della Presidenza del Consiglio comunale, che ha concesso per la prima volta questo prestigioso spazio del quartiere Cassaro e di Confcommercio Palermo, per un evento di moda teso alla valorizzazione del nostro patrimonio artistico e monumentale e delle aziende siciliane.

Confcommercio esercita appieno il proprio ruolo di sostegno alle aziende e promozione delle realtà economiche cittadine – dice Patrizia Di Dio, Presidente di Confcommercio Palermo – anche patrocinando eventi come Palermo Fashion Night. Vogliamo dare un messaggio positivo alla città e, nello stesso tempo, accendere i riflettori su talenti e professionalità del nostro territorio che sono apprezzati nel mondo per la loro creatività e vanno valorizzati e tutelati come un vero patrimonio”.

Molte, infatti, le aziende palermitane di celebri griff attentamente selezionate da Confcommercio e Confartigianato come gli abiti di “Max Mara” dell’atelier di Carolina Malipiero in via Sciuti, quelli della boutique Paolè di Paola Filippone in via Libertà, i vestiti “Penny Black” dell’haute couturier catanese Giovanni Cannistrà e ancora le proposte invernali 2015-2016 di Dress, Soldano e Geraci gioiellieri.

Alla conduzione della serata c’erano il presentatore televisivo Massimo Minutella e Monia Arizzi i quali prima di dare il via alla kermesse, hanno ceduto il palco all’attore teatrale Lollo Franco che si è esibito in un monologo tratto dall’opera il “Conte di Cagliostro” di L. Natoli e all’attrice Stefania Blandeburgo che ha inscenato una piccola pièce sulle donne. Ospiti d’eccezione della serata, la top model brasiliana di fama mondiale Dayane Mello già testimonial dei marchi l’Oreal, Breil e degli italiani Intimissimi e Yamamay, protagonista del videoclip del rapper Emis Killa e della decima edizione di “Ballando con le stelle” e l’ex gieffina Guendalina Canessashowgirl e opinionista tv.

3_A-Palermo-Collezioni-Guendalina-CanessaLa partecipazione dei cittadini, dei curiosi e dei turisti è stata talmente elevata che l’ingresso libero all’evento ha registrato il sold out totale dei posti a sedere e molti palermitani si sono accontentati di rimanere ore e ore in piedi per strada pur di ammirare le spettacolo di luci, colori e musiche diretto dal dj Mauriziotto.

In occasione della serata inaugurativa, la redazione di TrinacriaNews.eu, ha incontrato la modella brasiliana di fama internazionale Dayane Mello. Ecco le domande che le abbiamo rivolto:

Da famosa modella, quali consigli daresti alle giovani ragazze che vorrebbero intraprendere la carriera da indossatrici? Quali sono, secondo te, i rischi o i pericoli che potrebbero correre in questo mondo che appare spesso perfetto e incantato?

Il mio lavoro, è un lavoro che deve essere intrapreso ad un’età molto giovane, quattordici o quindici anni al massimo. Da ciò ne consegue che le ragazze che hanno il progetto di fare le modelle, ancora adolescenti deve prendere una seria decisione, in una fase delicata della propria crescita ma purtroppo o si inizia così presto o non si inizia più. Io credo nella mia professione, la prendo con serietà senza pensare che sia un sport che può essere smesso da un momento all’altro. Mi prendo cura del mio corpo, sto molto attenta all’alimentazione giornaliera, svolgo una sana attività andando in palestra, vivendo al 100% questo mestiere che so essere di esempio per le giovani generazioni di tutto il mondo. I rischi sono molteplici. Spesso le ragazze pensano di diventare modelle per poter fare tutto, provare emozioni grandi e uniche in giro per il mondo ma non si accorgono, o lo fanno troppo tardi, di non essere affatto pronte mentalmente a questa realtà suadente ma impegnativa. Quindi alle giovani ragazze consiglio cautela, maturità e accortezza nel prendere la decisione di fare le modelle perché le delusioni possono essere molte e dure da superare.  

Quali sono i tuoi progetti futuri? A cosa stai lavorando per adesso? Per quali stilisti preferisci sfilare?

Ho da poco ultimato un lavoro che uscirà il mese prossimo sui RAI 1 ma di cui non posso dare delle anticipazioni. Parteciperò a varie sfilate nelle passerelle europei entro fine anno ma non ho particolari progetti perché sono sempre in movimento e sempre disposta ad accettare nuovi ingaggi che possano farmi crescere professionalmente. Anche se non mi vedete in televisione, sono sempre in giro per il mondo con note case di moda e al fianco di grandi stilisti perché nel mio lavoro non ci si può permettere di stare mai fermi. Per quanto riguarda le griff che prediligo, io adoro Max Mara perché ha uno stile elegante e molta classe ma amo molto anche Dolce e Gabbana  e Armani che a mio avviso rappresentano al meglio e da decenni l’alta qualità del made in Italy.

Conoscevi la città di Palermo? Cosa apprezzi di più della Sicilia?

 Non conoscevo Palermo prima di venire qui oggi. La vostra terra mi è subito piaciuta non appena sono arrivata, perché ho visto un mare stupendo e ho trovato un clima caldo che mi ricorda molto quello della mia lontana terra d’oltreoceano. Basta guardare la location di Piazza Bologni, concessa dalla città in occasione della sfilata, per comprendere quanto ricca di storia sia Palermo, una storia viva, pulsante e anch’essa dal gusto estremamente aristocratico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*