Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno VIII - Num. 40 - 13 gennaio 2020

Anno I - Num. 01 - 18 aprile 2012 Cultura e spettacolo

Mostra fotografica "Obiettivo sul mare"

di Vilma Maria Costa
         

Palermo: Sabato 11 febbraio 2012 presso la Libreria del Mare Via Cala n. 50, Palermo è stata presentata la mostra di Maria Pia Lo Verso dal titolo: Obiettivo sul mare.

La fotografa ha esposto diversi scatti dove protagonista è il mare.

La mostra è stata curata da Vinny Scorsone che ha creato per l’occasione una filastrocca sul mare Navigando in mezzo al mare molto gradevole e musicale.

Mostra Obiettivo sul mareGli scatti fotografici della Scorsone dimostrano sempre la sua sensibilità nel congelare attimi di grande impatto emotivo. Molto suggestiva è l’immagine delle saline di marsala dove il rosso della parte alta di un mulino spicca tra il bianco delle saline e l’azzurro del cielo. Altro scatto davvero notevole e che la Lo Verso ha reso affascinante è quello che raffigura una distesa di materiale frangi flutti tutto di colore bianco adagiato su una spiaggia bianchissima in contrasto con un mare azzurrissimo.

I luoghi non sono stati volontariamente citati, alcuni sono perfettamente contestualizzabili e chi guarda ha, comunque, la sensazione che si tratti di zone tipicamente siciliane. In realtà la fotografa ha rappresentato diverse coste della Sicilia, da Isola delle Femmine a Marsala, da Cefalù a Catania con Castel di Tusa, Capo d’Orlando, Taormina e Acitrezza.

Scrive Tommaso Romano nel sul testo in catalogo: (…) Abbiamo tutti bisogno di una porzione d’armonia, compromessa dalla decadenza dei tempi. Abbiamo bisogno del gusto che le bianche saline e le sentinelle allineate, ci ricordano come parte di un cammino e di approdo, di uno sguardo amabile, nel cuore di una vicenda oggi così insipida. Abbiamo bisogno di venti, di ondate che purifichino, terre e stati molteplici dell’essere. (…)”. Mentre Franco Spena, ci mostra un altro aspetto di questa mostra scrivendo nel suo testo: “(…) Demetra e Poseidone che dalla notte dei tempi continuano a dialogare fra loro di guerre e amori fra dei e uomini, eroi e giganti, divinità e ninfe dei boschi e dell’acqua. Tutto questo in una contemporaneità di eventi, in quel luogo magico che è la Sicilia, nella quale presente e passato sembrano convivere in un’unica soluzione di tempo. Simultaneità di vicende e di emozioni che Maria Pia mette in evidenza e indaga attraverso una limpidezza dei cromatismi che determina spesso forti contrasti; soprattutto mettendo in risalto, anche, come il colore, nei dettagli, si sfrangi in segni densi che assumono improvvisi valori grafici (…)”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*