Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno X - Num. 51 - 28 dicembre 2022

Anno X - Num. 50 - 24 ottobre 2022 Cultura e spettacolo

Carmen Avellone Quintet apre la stagione concertistica 2022/23 del Circolo Artistico di Palermo

di Vilma Maria Costa
         

Palermo – Ieri sera nella sede del Circolo Artistico si è tenuto l’evento di apertura della Stagione concertistica 2022/23, il concerto del Carmen Avellone Quintet.

Come di consueto non è mancato il discorso di apertura della Direttrice artistica Prof.ssa Elvira Maiorca Italiano nel quale, oltre alla presentazione degli artisti della serata, ha voluto sottolineare l’importanza del valore degli eventi culturali per la società, ma, soprattutto, della musica che può servire ad uscire da profondi stati di crisi e solitudine perché fondamentale momento di distrazione per l’essere umano.

La Direttrice non ha mancato di inviare i saluti a nome suo e di tutto il Circolo al Presidente dott. Fabrizio Franco non presente per gravi motivi personali.

La serata è proseguita, quindi, con i suoi protagonisti, il Carmen Avellone Quintet. Il salone del Circolo gremito di Soci ed ospiti richiamati dallo spettacolo in programma.

Sin dalla prima canzone in scaletta, As Time Goes By, si è vista la grande professionalità di tutti i componenti della Jazz Band, tutti maestri musicisti professionisti, e una inconfondibile armonia jazz.

Il quintetto è composto da: Band Leader Vito Giordano Tromba, Carmen Avellone Voce, Giuseppe Preìti Pianoforte, Massimo Calì Contrabbasso, Giuseppe Madonia Batteria.

Ogni canzone è stata cantata dalla Avellone con grande padronanza, sicurezza e precisione, nessuna sbavatura, ma una voce calda e utilizzata come nelle migliori interpretazioni del jazz, come uno strumento musicale. Tutto ciò reso ancora più evidente dalla realizzazione di diversi scat effettuati con accompagnamento della band  o in sincrono con la tromba del maestro Vito Giordano.

Il Maestro Vito Giordano, direttore di musica del Brass Group di Palermo e compositore, ha curato tutti gli arrangiamenti dei brani e molto interessante è risultato quello riguardante l’unica canzone in lingua italiana della scaletta Non dimenticar le mie parole che come brano swing si è dimostrato davvero duttile nell’andamento verso il jazz.

Nel corso della serata è stato riconfermato l’incarico di responsabile della comunicazione per la Stagione concertistica alla direttrice di Trinacrianews.eu dott.ssa Vilma Maria Costa che ha chiesto:

alla Avellone come fosse nato il Carmen Avellone Quintet. E lei ha risposto: “La musica jazz nasce da incontri tra musicisti che, spesso, vengono coinvolti in  concerti estemporanei e danno prova della loro capacità di improvvisazione, ma da quegli incontri nascono, molte volte, proficue  collaborazioni. Questo è stato il caso nostro! Ci siamo incontrati e abbiamo deciso di creare la jazz band. E da poco abbiamo incontrato nel nostro cammino musicale e  inserito una new entry, Massimo Calì al Contrabbasso”

a Vito Giordano invece, come si fossero conosciuti con Carmen e lui dapprima leggermente imbarazzato, ma poi sciogliendosi in un simpatico sorriso ha risposto che la loro amicizia è nata da una stima professionale e collaborazione che poi è cresciuta anche dal punto di vista personale ed è diventata molto di più.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*