Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno VIII - Num. 44 - 16 novembre 2020

Anno VIII - Num. 44 - 16 novembre 2020 Politica e società

Rsa e Case di cura, il Sindaco di Palermo Orlando annuncia ai sindacati l’stitutzione di una Commissione

di Redazione TrinacriaNews
         

Rsa e Case di cura, L’Area metropoliana ha istituito una commissione su richiesta dei sindacati dei Pensionati Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil

Una commissione provinciale che attraverso un tavolo tecnico affronterà il tema del monitoraggio delle Rsa e case di riposo del territorio palermitano, dove è alto il contagio fra paziente e operatori sanitari, e per discutere del servizio di assistenza a favore di tutti i soggetti fragili. E’ stata istituita dall’Area metropolitana di Palermo così come annunciato dal sindaco Leoluca Orlando, su proposta dei sindacati dei Pensionati, Spi Cgil Palermo, Fnp Cisl Palermo Trapani e Uilp Uil Palermo, che avevano chiesto un incontro urgente, allarmati dalla diffusione dei contagi nelle strutture di residenza e dalla difficoltà ad ottenere risposte adeguate sul fronte sanitario da parte di molti anziani e non autosufficienti. Della commissione faranno parte i 10 distretti socio-sanitari del territorio palermitano oltre ai sindacati e ai comuni. “Il sistema sanitario è ingolfato a causa dell’emergenza pandemica – spiegano Concetta Balistreri segretaria generale Spi Cgil Palermo, Salvatore Badami segretario territoriale Fnp Cisl Palermo Trapani e Alberto Magro coordinatore provinciale Uilp Uil Palermo -, siamo allarmati non solo perchè nelle Rsa e case di cure il contagio da Covid si è diffuso in modo incontrollato ma anche perchè tanti disabili, anziani, non autosufficenti non riescono ad ottenere assistenza sanitaria domiciliare e non, adeguata alle esigenza. Ringraziamo il primo cittadino Orlando, auspichiamo che questa commissione possa affrontare tutte le tematiche legate ai distretti socio-sanitari,  il tema della necessaria mappatura delle strutture residenziali del territorio, per controllare i livelli di assistenza dei pazienti ricoverati e il rispetto delle norme per la sicurezza di pazienti e operatori, ma anche la nostra proposta di creare una rete di prossimità per andare incontro a chi nel proprio domicilio non  è in grado di gestirsi autonomamente perché in condizioni fisiche ed economiche sfavorevoli”.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*