Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno V - Num. 29 / 2017

Anno II - Num. 06 - 26 aprile 2013 Politica e società

In Sicilia approvate leggi finanziaria e di stabilità. Il microcredito alle imprese dei deputati stellati è una realtà!

di Vilma Maria Costa
         

microcreditoPalermo – Approvata la manovra finanziaria dall’Assemblea regionale siciliana nelle sedute di lunedì 29 e martedì 30 aprile 2013, dopo una lunga maratona per un serrato confronto parlamentare con diverse sospensioni che hanno così allungato i tempi di approvazione.

Il disegno di legge Bilancio di previsione della Regione siciliana per l’anno finanziario 2013 e bilancio pluriennale per il triennio 2013-2015 è stato approvato con 59 voti favorevoli, 13 contrari e 2 astenuti; mentre il disegno di legge Disposizioni programmatiche e correttive per l’anno 2013. Legge di stabilità regionale è stato approvato con 56 voti favorevoli, 12 contrari e 1 astenuto.

Della legge di stabilità è stato approvato l’emendamento presentato dai deputati del Movimento 5 Stelle che istituisce un fondo destinato a finanziare le microimprese.

Uno dei principali cavalli di battaglia del Movimento ha tagliato finalmente il traguardo.

“Anche se – afferma soddisfatto il deputato Salvatore Siragusa – per noi è un punto di partenza e non d’arrivo. Abbiamo in cantiere altri progetti che mirano a dare un calcio alla crisi e respiro alle aziende”. Il fondo avrà una dotazione di partenza non indifferente:  un milione e mezzo di euro per il 2013, cui va aggiunta la somma  versata volontariamente ogni mese dai deputati 5 Stelle, che a fine anno dovrebbe ammontare a circa un milione di euro.Siragusa

Il microcredito alle imprese è, dunque, legge ed esulta il M5S Sicilia che ne ha fatto uno dei suoi cavalli di battaglia.

La filosofia  che ha ispirato la nostra Finanziaria  – spiega il  deputato Francesco Cappello – è stata animata da una doppia azione, che da un lato mirava a reperire le risorse, vedi gli emendamenti sulle cave, le acque  e sulle royalties petrolifere, e dall’altro a trovare gli strumenti per aiutare le imprese. Il microcredito è uno di questi. Speriamo che altre forze politiche trovino il modo di contribuire a farlo crescere, visto che fino ad oggi nessuno ha mandato il benché minimo segno in tal senso.

Francesco_CappelloII Governo dovrà emanare il decreto attuativo che consentirà alle imprese di usufruire dei prestiti.

Gli importi finanziabili, comunque, non potranno superare i 20.000 euro, ma sarà sempre un modo per far respirare tante imprese siciliane in sofferenzae conentire all’economia di cominciare a riprendersi.

L’Aula ha, inoltre, approvato il progetto di bilancio interno dell’Assemblea regionale siciliana per l’anno finanziario 2013 .

E’ doveroso ricordare che il Presidente Ardizzone ad inizio seduta ha espresso solidarietà e vicinanza ai familiari del brigadiere siciliano, monrealese,Giuseppe Giangrande, come sappiamo gravemente ferito nell’attentato, dinanzi a Palazzo Chigi.

2 maggio 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*