Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno X - Num. 49 - 23 giugno 2022

Anno II - Num. 11 - 03 maggio 2014 Sport

Il Palermo dei record, dall’inferno e ritorno. SiAmo tornAti!!!!!!!!

di Pietro Ciccarelli
         

IachiniI record, si sa, sono fatti per essere battuti. Il Palermo ci ha provato e ci è riuscito, superando di 1 punto quello stabilito dalla Juventus di Didier Deschamps in serie B, nella stagione 2006-07.
Un solo punto, quanto basta per passare alla storia e risollevare morale, entusiasmo e voglia di ritornare al Renzo Barbera sempre più numerosi, dopo una stagione trionfale in serie B, ma non gradita dalla “gente” di Palermo dal “palato fine”, dopo ben 9 stagioni consecutive in serie A, ma dimentichi delle tribolazioni lunghe quasi una trentina d’anni fra B, C1, C2 e perfino una radiazione.
Reprimenda a parte, ma doverosa, nei confronti del tifo locale, passiamo ai record dellaBarreto squadra rosanero. Maggior numero di punti, l’abbiamo già detto, nella storia del torneo di serie B, secondo migliore attacco con 62 gol all’attivo ad un solo gol dietro del Modena di Walter Alfredo Novellino con 63 gol. Migliore difesa del campionato con solo 28 gol subiti, distanziando Empoli e Cesena di 7 gol. Sono 25 le vittorie, 12 al Renzo Barbera e 13 in trasferta, quest’ultimo, altro record. 11 pareggi di cui 6 in casa e 5 fuori casa.
Le sconfitte, sempre amare, anche se in totale sono state solo 6 su 21 partite. Lusso concesso alla “Favorita” solo al Latina, Empoli e alla bestia nera dei rosa, il Carpi. Lo Spezia il 21 settembre ’13 vinse per 1-0 l’allora Palermo guidato da Rino Gattuso e, appena 3 giorni dopo il Bari dà il colpo di grazia alla gestione di “Ringhio” con un inequivocabile 2-1 ed infine il 21 dicembre il Carpi batte 1-0, gestione Beppe Iachini con la squadra emiliana che farà il bis a Palermo il 25 maggio scorso, interrompendo l’imbattibilità dell’anno solare 2014.
Nei 124 anni della storia rosanero – la squadra nasce nel 1900 con la denominazione di Anglo Paleritan Athletic and Football Club – il Palermo ha giocato nel massimo campionato solo 24 stagioni e le promozioni dai cadetti alla massima divisione sono state solo 8: stagioni, 1931-32, 47-48, 55-56, 60-61, 67-68, 71-72, un lunghissimo intervallo e poi 2003-04 e 2013-14. Gli “eroi” sono noti a tutti a cominciare da Beppe Iachini alla sua 4a vittoria del torneo di serie B. Chievo Verona, Brescia, Sampdoria e Palermo.
Tutto bene, ma non dimentichiamolo un solo istante che il presidente del Palermo, Maurizio Zamparini che, non contento del lavoro svolto dai suoi collaboratori, nonostante i tanti record, caccia via in un sol colpo il responsabile dell’area tecnica Giorgio Perinetti e il team manager Igor Budan per sostituire il primo con Franco Ceravolo, 55 anni, modesto calciatore e allenatore, ma grande talent scout e ottimo professionista da dirigente con un passato nel Napoli, Torino, Roma e 13 anni nei Campioni d’Italia della Juventus.
Estate calda che tarda ad arrivare, ma con il “vulcanico” Zamparini la temperatura in casa rosa è già abbastanza calda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*