Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno V - Num. 30 / 2017

Anno V - Num. 29 - 15 settembre 2017 Politica e società

Donne medico di Palermo lasciate sole nelle guardie mediche, il Prefetto assicura Tavolo di sicurezza

di Redazione TrinacriaNews
         

Palermo 22.11.2017 – Ha avuto luogo stamani l’incontro dibattito del direttivo “Donne medico” con le Istituzioni ed operatori dalla società civile per maturare riflessioni, proposte, azioni di prevenzione e contrasto del fenomeno delle violenze sulle donne medico sul posto di lavoro.

Il Sindaco, Leoluca Orlando, partecipando stamani in Prefettura ai lavori del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, ha rassegnato al Tavolo la preoccupazione espressa dalla Presidente regionale del Sindacato Medici Italiani nonché Consigliere Associazione Italiana Donne Medico di Palermo, Dr.ssa Rosalba Muratori, circa la forte esposizione delle donne medico spesso lasciate sole nell’adempimento delle loro funzioni nelle guardie mediche.

Il Prefetto, nel sottolineare che il tema posto è di estrema attualità e merita un approccio di grande sensibilità istituzionale ed umana, ha assicurato la convocazione a breve di un Tavolo di sicurezza cui saranno chiamati a partecipare oltre ai rappresentanti territoriali delle Forze dell’Ordine anche il Sindaco di Palermo, Presidente A.N.C.I., il Commissario Straordinario dell’A.S.P. di Palermo nonché la stessa Presidente del S.M.I., l’Ordine dei medici e rappresentanti di Associazioni di categoria, al fine di individuare le migliori strategie di intervento volte a potenziare il sistema di sicurezza di cui oggi sono dotate le guardie mediche, nella città e nella provincia, e promuovere altre iniziative finalizzate a garantire alle donne medico sicurezza e serenità sul posto di lavoro. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*