Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno V - Num. 29 / 2017

Anno II - Num. 06 - 26 aprile 2013 News dagli USA

La Pasticceria Villabate presenta il romanzo storico ambientato nella città siciliana d’origine

di Debra Santangelo read in english
         

VillabateVillabate è il nome della pasticceria siciliana, oltre che panificio, di altissima qualità dell’area metropolitana di New York. È anche il nome della città di origine della famiglia Alaimo, che da 35 anni è proprietaria e gestisce questa istituzione a Bensonhust (un quartiere di New York, a Brooklyn). Per ragioni storiche e familiari, la loro città natale, Villabate in Sicilia, è ora l’ambientazione principale per Trinàcria: Un racconto della Sicilia Borbonica, un romanzo che gli Alaimo stanno sostenendo e promuovendo.

Questo potrebbe essere un esempio della Principessa e i pasticcini o dei Borboni arrivano a Brooklyn – ha affermato l’autore Anthony Di Renzo, le cui radici si estendono anch’esse a Villabate.

In virtù del contributo di denaro e di risorse per la produzione e la distribuzione del libro, la pasticceria e panificio Villabate-Alba sarà citata nel libro, nella sezione dedicata ai riconoscimenti.

La collaborazione di Di Renzo con Villabate-Alba onora la famiglia, la storia e l’abilità artistica siciliana. Dopo tutto – ha detto – gli Alaimo sono anche degli artisti.

Le corporazioni non sono le uniche che supportano le arti – ha notato Di Renzo – le piccole imprese sono altrettanto importanti.

Per tre generazioni, la famiglia Alaimo ha prodotto dolci, torte, pane e biscotti siciliani di altissima qualità, sia a Bensonhurt che a Villabate. La madre dell’autore Maria Coffaro Bilo ed il fondatore della dinastia pasticcera di Brooklyn Angelo Alaimo erano lontani cugini ed amici d’infanzia.

Quando la ripresa economica in seguito alla Seconda Guerra Mondiale si dimostrò troppo ardua, Angelo e suo figlio Emanuele emigrarono in America. Per più di dieci anni, i due hanno lavorato duramente come semplici panificatori nei panifici di tutta Brooklyn, creandosi una reputazione per qualità e maestria. Incoraggiati dai vicini e dai clienti, nel 1979 padre e figlio hanno iniziato la loro attività in proprio: Villabate nella 18th Avenue. Il giorno dell’apertura, la madre 48enne di Di Renzo, che si era trasferita in America parecchi anni prima di Angelo, è arrivata in automobile dal New Jersey per essere tra i primi clienti.

Villabate logoDa allora, Villabate-Alba è passata da Emanuele Senior ad Emanuele Junior, a Anthony, a Lina e ad Angela. Come ha spiegato la famiglia in un servizio sulla Brooklyn Independent Television nel 2010, Manny, “il tranquillo”, gestisce il retro; Anthony, “Mr. Personalità”, intrattiene i clienti e si occupa della pubblicità nonché delle pubbliche relazioni e Angela fondamentalmente dirige tutti gli altri. La nuova generazione è orgogliosa delle proprie radici siciliane e visita Villabate quasi ogni anno. Ciò nonostante, il romanzo Trinacria si è rivelato una ricca fonte di informazioni, fornendo alla famiglia Alaimo una prospettiva completamente nuova sulle proprie radici e sulla vera storia del loro paese di origine.

Dai tempi del Regno delle Due Sicilie, Villabate, un sobborgo di 20.000 persone, è stato un importante centro agricolo nella Conca d’Oro, la pianura fertile che circonda Palermo. Nel 1700, Antonio Agnello, un abate aristocratico e botanico dilettante, fondò una comune per coltivare ulivi ed agrumi, che diventarono la coltivazione principale della zona. La maggior parte della città, non incorporata fino al 1858, sarebbe stata parcellizzata partendo dall’immensa tenuta dell’abate; da qui il nome Villabate, una contrazione di Villa dell’Abate.

Questa terra costituisce il cuore di Trinàcria: Un racconto della Sicilia Borbonica. Il titolo del libro deriva dall’antico nome greco della Sicilia. Trinàcria si riferisce alla forma triangolare dell’isola e alla gorgone a tre gambe sulla bandiera della regione. È anche il soprannome del narratore e protagonista del romanzo, Zita Valanguerra Spinelli (1794-1882), Marchesa di Scalea, che si trasferì da Bagheria a Villabate per coltivare le tanto apprezzate arance rosse. La sua vita turbolenta rispecchia la transizione burrascosa della Sicilia dal feudalesimo al capitalismo. Guernica Editions, una casa editrice indipendente di Toronto in Canada, ha intenzione di distribuire il romanzo entro novembre.

La famiglia Alaimo ha giocato un ruolo chiave nella pubblicità online del libro e in occasione dell’evento di raccolta di fondi dal vivo, entrambi sponsorizzati dalla Italian Cultural Foundation e Casa Belvedere ed organizzati dal consulente Roberto Ragone. La pasticceria e panificio Villabate-Alba non solo ha contribuito con denaro, ma per il ricevimento del 29 novembre presso la Umberto’s Clam House a Little Italy a New York ha offerto un grande vassoio di ossi di morti. Questi biscotti tradizionali di pasta di mandorle dalla forma di ossa umane sono serviti per tutto il mese della commemorazione dei defunti. Sembrano un simbolo appropriato per un libro il cui narratore parla dall’oltretomba.

Siamo lieti di fare qualsiasi cosa per promuovere questo libro – ha detto Antonio Alaimo – ma siamo altrettanto lieti di incontrare di nuovo un parente perduto da tempo. Mio cugino Anthony ed io condividiamo la stessa eredità. Storie e dolci siciliani: chi può averne mai abbastanza?

Di Renzo concorda – Si tratta di gustare il passato. Penso a quel passaggio di Proust, in cui morde la madeleine e ricorda la sua infanzia. Una fetta di cassata o un cannolo al pistacchio hanno lo stesso effetto sui siciliani ed i siculo-americani; liberano i ricordi e fanno tornare alla mente il defunto, sia a Palermo che a Brooklyn. In realtà, spero che tutto questo porti ad ordini per Villabate-Alba di ‘zeppole’ e ‘sfingi’ per il giorno successivo a quello di S. Giuseppe.

I lettori possono assaggiare l’autentica pasticceria siciliana presso la pasticceria e panificio Villabate-Alba, 7001 18th Avenue, Brooklyn.

Gli orari di apertura sono: dal lunedì al sabato, 7.00-19.00; domenica 7.00-20.00, festivi 7.00-18.00. Inoltre, Villabate-Alba spedisce praticamente ovunque. Ordinate sul sito http://villabate.com e gustate il passato. 

www.sicilianconnections.com

Traduzione a cura di Viviana Villa

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*