Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno VI - Num. 31 / 2018

Anno II - Num. 08 - 21 ottobre 2013 Comunicati stampa

CONVEGNO FILCA-CISL E FENEAL-UIL SU FUTURO TERMINI IMERESE

di Redazione TrinacriaNews
         

Palermo, 24 ottobre 2013

SVILUPPO. L’EDILIZIA COME SCOMMESSA PER RILANCIARE AREA INDUSTRIALE TERMINI IMERESE. FILCA CISL E FENEAL UIL SI CONFRONTERANNO DOMANI SUL TEMA, CON IL SINDACO DELLA CITTADINA, SALVATORE BURRAFATO ED IL PRESIDENTE DI CONFINDUSTRIA PALERMO, ALESSANDRO ALBANESE.

PALERMO – La strada per ‘ricostruire’ Termini Imerese, dopo la chiusura dello stabilimento Fiat, passa dalla ripresa dell’edilizia nel territorio. Ne sono convinti la Filca Cisl e la Feneal Uil che hanno organizzato il convegno dal titolo “L’edilizia, occasione di sviluppo per l’area industriale di Termini Imerese e Palermo”, che si terrà domani, venerdì 25 ottobre, alle ore 10,15, nell’aula magna della Panormedil, (via Borremans 17, Palermo). Presiederà i lavori Angelo Gallo, segretario generale della Feneal Uil Palermo, mentre ad aprire i il convegno sarà la relazione di Antonino Cirivello, segretario generale Filca Cisl Palermo Trapani. Interverranno: l’assessore regionale alle Attività Produttive, Linda Vancheri, il presidente di Confindustria Palermo Alessandro Albanese, il sindaco di Termini Imerese, Salvatore Burrafato il segretario generale della Cisl Palermo Trapani, Mimmo Milazzo, Vincenzo Comella, segretario generale Uilm-Uil Palermo, Giovanni Scavuzzo, segretario territoriale Fim-Cisl. Concluderà i lavori, Francesco Sannino, segretario nazionale Feneal-Uil.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*