Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno IX - Num. 45 - 21 aprile 2021

Anno IV - Num. 21 - 02 marzo 2016 Politica e società

ZTL a pagamento in area Questura ed altri Uffici di Polizia.Il COISP non ci sta!

di Redazione TrinacriaNews
         

coisp palermo URL IMMAGINE SOCIALQuesta O.S. con nota Prot.07/16 S.P. del 07 gennaio u.s. chiedeva chiarimenti circa il varo del Comune di Palermo del nuovo Piano Generale Traffico Urbano che prevede l’Istituzione di due zone a traffico limitato in aree di pertinenza della Questura e di altri Uffici di Polizia ivi compresi, noti obiettivi sensibili sotto il profilo della sicurezza.

L’Amministrazione rispondeva alla predetta con missiva n. 24 Cat.B1- RS/2016 – Div Gab del 12.01.2016 :

“con riferimento alla nota di codesta O.S., relativa all’oggetto, si comunica che sono stati già presi contatti con il Competente Assessorato Comunale al fine di avviare un incontro volto alla individuazione di soluzioni agevolate per il transito delle autovetture degli appartenenti alla Polizia di Stato nell’ambito dell’istituenda Zona a Traffico Limitato.”

Questo Sindacato non avendo ricevuto riscontri oggettivi successivi alla predetta pronuncia, lo scorso 17 marzo con nota Prot.34/16 S.P. inoltrava un ulteriore sollecito al Questore allo scopo di ricevere le agognate risposte sull’argomento.

Il COISP, Unico Sindacato della Polizia di Stato di questa provincia ad aver affrontato la questione, si riserva, se del caso, di farsi carico della problematica in tutte le Sedi Adite allo scopo di TUTELARE i poliziotti palermitani da un balzello intollerabile e mortificante.

L’Organizzazione Scrivente informa di aver già avviato contatti con rappresentanze sindacali di altre Amministrazioni allo scopo di predisporre iniziative comuni finalizzate alla risoluzione della questione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*