Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno IX - Num. 45 - 21 aprile 2021

Anno II - Num. 13 - 27 settembre 2014 Cultura e spettacolo

XXV Sagra del pistacchio di Bronte. Pistacchio e folklore alle pendici dell’Etna

Dal concerto di Roy Paci alla degustazione della torta al pistacchio tante le attrazioni per i fans dell’“oro verde”

di Dario Milazzo
         

Inaugurazione Sagra 2014 - 2Bronte (CT) – Per due week end, dal 26 al 28 settembre e dal 3 al 5 ottobre, il centro di Bronte (CT) ha ospitato la XXV edizione della Sagra del pistacchio, la sagra dedicato all’ “oro verde” e ai suoi prodotti.

L’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Pino Firrarello e dal vice sindaco Nunzio Saitta, quest’anno ha realizzato la sagra grazie ad un bando del Gal Etna, cui la Pro Loco di Bronte ha partecipato con l’obiettivo di promuovere gli itinerari del gusto.

Una sagra nella quale sono stati abbassati i prezzi per gli espositori e nella quale, come ha specificato l’assessore Saitta, si è cercato di valorizzare i gruppi folcloristici siciliani.

Anche quest’anno la sagra ha promosso il prelibato frutto verde che cresce alle pendici dell’Etna ed i prodotti da esso derivati. Il pistacchio di Bronte, frutto di denominazione di origine protetta, è particolarmente pregiato e ricercato in pasticceria, in gelateria e come aromatizzante in molte vivande; dal frutto si estrae un olio con forti doti emollienti ed ammorbidenti.

La Sicilia, regione italiana dove si produce il pistacchio e Bronte, con oltre tremila ettari di coltura e più dell’80% della superficie regionale e l’1% di quella mondiale, rappresenta l’area con il più alto numero di coltivazioni di pistacchio.

Il pistacchio, conosciuto sin dall’epoca dei greci e dei romani, è entrato a far parte delle coltivazioni agricole siciliane solo grazie agli arabi che lo introdussero sfruttando le caratteristiche ambientali del suolo brontese.

Tornando alla sagra, dopo la conferenza di presentazione tenutasi lo scorso 23 settembre presso la Pinacoteca “Nunzio Sciavarrello”, il 26 settembre c’è stata la tanto attesa inaugurazione alla quale, oltre al primo cittadino e alle altre personalità della politica e della società civile brontese, hanno preso parte il sindaco di Cesarò Salvatore Calì e il deputato regionale, l’onorevole Nino D’Asero.

Successivamente, con l’apertura degli stands la festa è entrata nel vivo. Il 27 settembre alle ore 18 è stata inaugurata presso la Pinacoteca “Nunzio Sciavarrello” la mostra di pittura organizzata dalla “Fidapa” di Bronte. Domenica 28 invece è stata la volta del Trofeo del Pistacchio, evento curato dall’Associazione “Bronte Model”.

Il 3 ottobre, con gli eventi riservati ai più piccini, ovviamente a base di pistacchio, nonché i concorsi regionali dedicati alla migliore torta al pistacchio e al miglior gelato al pistacchio, è partito il secondo week end della sagra. Alle 21:30 si è tenuto il concerto di Roy Paci e degli Aretuska che con le loro canzoni, fra lo ska il jazz e la musica tradizionale siciliana, hanno rallegrato i cittadini brontesi e i tanti fan accorsi per l’occasione. Infine domenica 5 ottobre, si è tenuta la tradizionale degustazione della torta al pistacchio, ovvero l’evento più importante della sagra. Come da tradizione il sindaco di Bronte ha tagliato la maxi torta che è stata offerta ai visitatori; al taglio erano presenti anche il prefetto di Catania, Maria Guia Federico, il sottosegretario di Stato per le Politiche agricole, l’on. Giuseppe Castiglione ed il vice presidente della Regione siciliana, Patrizia Valenti. Nella stessa giornata si è tenuta la premiazione dell’Estemporanea di Pittura.

Come nelle scorse edizioni, a far da “sfondo” alla sagra si sono susseguiti i vari spettacoli musicali, nonché i vari spettacoli folkloristici che ogni anno attirano grandi e piccini e i vari spettacoli di animazione.

Una festa che ogni anno attira decine di migliaia di visitatori e che punta a valorizzare un frutto che è l’emblema del comune di Bronte, questa in sintesi la Sagra del Pistacchio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*