Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno IX - Num. 45 - 21 aprile 2021

Anno IV - Num. 25 - 05 dicembre 2016 Politica e società

Unicredit – presentato a Londra nuovo piano industriale 2017/2019. In Sicilia 400 esodi e 50 filiali chiuse

Mingoia: “Si apre una delicata trattativa che si concluderà entro 50 giorni, la Uilca vigilerà per il rispetto dei diritti dei lavoratori e per conseguire i migliori risultati nel loro interesse”

di Redazione TrinacriaNews
         

rosario_mingoia URL IMMAGINE SOCIAL“È stato presentato ieri a Londra il nuovo piano industriale Unicredit 2017/2019 che prevede forti riduzioni di costi per tutto il gruppo con pesanti conseguenze in Italia ed in Sicilia”.

Lo dichiara Rosario Mingoia – segretario nazionale Uilca unicredit che aggiunge:

“Apprezziamo le prime comunicazioni dell’AD dalle quali emerge la volontà di una fortissima patrimonializzazione della Banca, 13 mld. di aumento di capitale la cui sottoscrizione è già garantita, ed una “pulizia” dei crediti non “performanti”. Che non ci saranno né esternalizzazioni né settimane di solidarietà.

Ci preoccupano i numeri degli esuberi, 3900 in Italia e almeno 400 in Sicilia, e la chiusura delle filiali, circa 50 in Sicilia sulle 550 previste in tutto il territorio nazionale.

Il Sud ha perso migliaia di posti di lavoro e non si registrano nuove assunzioni anche se i lavoratori contribuiscono, come tutti i lavoratori del resto d’Italia, all’incremento del fondo per l’occupazione. Si apre una delicata trattativa che si concluderà entro 50 giorni, la Uilca vigilerà per il rispetto dei diritti dei lavoratori e per conseguire i migliori risultati nel loro interesse”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*