Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno X - Num. 51 - 28 dicembre 2022

Anno X - Num. 50 - 24 ottobre 2022 Cultura e spettacolo

Una tre giorni all’Istituto Comprensivo Statale Margherita di Navarra per la lotta alla violenza, al bullismo e al cyberbullismo

di Vilma Maria Costa
         

Monreale (PA) – Si è conclusa a Pioppo la manifestazione itinerante tra le sedi dell’ICS Margherita di Navarra “contrastare il bullismo e la violenza attraverso l’opera classica” durata tre giorni e che ha visto il suo momento clou nel suo ultimo giorno, il 7 dicembre u.s., con la presenza del Questore Leopoldo Laricchia, la Vice Questore aggiunto Giovanna Gianquinto, il Sindaco di Monreale Alberto Arcidiacono e l’Assessore del Comune di Monreale Luigi D’Eliseo.

Un progetto artistico di alto valore sociale realizzato dal Tenore Alberto Profeta e fortemente voluto e organizzato dall’ANPS – Associazione Nazionale Polizia di Stato sez. di Palermo.

La giornata molto intensa di avvenimenti è iniziata con una interessante spiegazione agli alunni della scuola da parte della Dott.ssa Gianquinto sul bullismo e il cyberbullismo, a quali conseguenze vanno incontro le persone che lo mettono in atto e come denunciare e a chi rivolgersi, dando anche, attraverso un video,  le indicazioni di come scaricare l’App della Polizia di Stato YuoPol per, eventualmente, segnalare anonimamente casi di violenza.

Dopo i saluti e i ringraziamenti della Preside prof.ssa Patrizia Roccamatisi per la presenza delle Istituzioni e per la realizzazione della manifestazione presso il suo Istituto e successivamente quelli del Sindaco e dell’Assessore del Comune di Monreale, gli alunni delle classi terze della scuola secondaria hanno realizzato un flash mob molto suggestivo inneggiante alla libertà delle donne e contro la violenza di genere con un accompagnamento al pianoforte della studentessa Gloria Prestigiacomo.

La manifestazione, quindi, è entrata nel vivo con la rappresentazione dei momenti salienti dell’Opera lirica Cavalleria Rusticana di Mascagni.

Donne e uomini della Polizia di Stato in servizio e in quiescenza facenti parte dell’ANPS Palermo hanno dato vita a una rappresentazione dell’Opera calandosi perfettamente ognuno nel suo ruolo tutto sotto l’attenta regia del Maestro Profeta che ne ha curato tutti i dettagli.

Impeccabili i due protagonisti professionisti e i due comprimari: Alberto Profeta nel ruolo di Cumpari Turiddu, Natasa Kátai Santuzza, Eleonora Coste Lola, Davide Sciacchitano Alfio.

Ma un plauso a parte va fatto al coro dell’Anps Palermo che in poco tempo, ma con grande impegno, con prove serali costanti, ha cantato accompagnando in diversi momenti dell’opera i solisti con belle voci limpide, forti, ma, soprattutto, sicure e ciò faceva intravedere il loro grado di preparazione musicale, anche questa curata dal loro direttore di coro Maestro Alberto Profeta. Tutti in abito da scena e, come nelle opere teatrali di rispetto, nei momenti in cui non cantavano hanno recitato con le loro posture, espressioni e gestualità arricchendo la scena.

Un coro formato da 35 elementi che adesso al suo attivo ha molte rappresentazioni che ha effettuato per conto dell’ANPS Palermo, ma sempre in armonia e di concerto con gli eventi della Questura di Palermo e che ha in calendario un vasto programma di esibizioni future.

La parte musicale dell’evento è stata curata dalla docente di Musica della scuola la prof.ssa Silvia Vaglica e l’accompagnamento al piano è stato eseguito dalla prof.ssa Beatrice Cerami.

Anche gli alunni della scuola della classe 2B della scuola secondaria di I grado e alcuni alunni delle classi quinte della scuola primaria in abito da scena hanno partecipato attivamente riempiendo la scenografia della rappresentazione teatrale accompagnando gli adulti nella recitazione.

Grande successo della esibizione e grande soddisfazione è stata espressa dal Presidente dell’Anps Palermo Raffaele Palma  che ha rilasciato questa dichiarazione: “Sono molto felice che la Dirigente di questa scuola abbia accolto il nostro progetto che riguarda la lotta contro la violenza di qualsiasi tipo, ma in particolare quella sulle donne e del bullismo. Lotta che combattiamo sempre come Associazione della Polizia di Stato costantemente insieme con la Polizia di Stato”

Anche il Questore, prima di congedarsi ha voluto esprimere la sua approvazione e il suo compiacimento per la realizzazione della manifestazione e per la scelta dei contenuti. 

Il Maestro Profeta ha affermato: “Oggi si conclude all’Istituto Margherita di Navarra (Monreale) il mio progetto scolastico sul Bullismo e la Violenza sulle donne. Un progetto nato per far capire che i deboli devono essere lasciati in pace e le donne devono essere solo amate, nella speranza che tutto questo possa aver fatto capire tante cose ai giovani ai quali questo messaggio è stato diretto”.

Per la Dirigente scolastica Patrizia Roccamatisi: “Sono state giornate ricche di riflessione e alti contenuti formativi valorizzati dalla grande musica. La partecipazione dei nostri alunni ha coinvolto tutta la scuola in tutte le sue sedi (centrale di Pioppo, San Martino e Villaciambra). Grata per aver vissuto con la nostra comunità scolastica questa magnifica iniziativa. La Scuola, attraverso un lavoro di rete insieme ad altre agenzie educative, alle famiglie e agli alunni stessi, continua a impegnarsi per accrescere il benessere dei suoi studenti e migliorare la qualità del sistema sociale”

foto di Andrea Di Chiara  
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*