Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno IX - Num. 45 - 21 aprile 2021

Anno II - Num. 13 - 27 settembre 2014 Sport

Prossimo avversario del Palermo: il Genoa. Ecco la squadra da affrontare

di Pietro Ciccarelli
         

genoa palermo URL IMMAGINE SOCIALSpensley, Leaver, Bocciardo; Dapples, Bertolio, Le Pelley; Ghiglione, Paster II, Gigliotti, De Galleani,Baird. Non è l’attuale formazione della nazionale di Malta, bensì l’undici che ha vinto il primo “scudetto” del campionato italiano nel1898, che si è svolto in una sola giornata (8 maggio 1898 aTorino) e vinto dal Genoa Cricket and Athetic Club – poi l’anno successivo passò a Genoa Football Cub – con i colori sociali bianco e blu. Battè per 2-1 l’Internazionale – niente a che vedere con l’attuale Inter -. Il Genoa contribuì alla diffusione del calcio in Italia e collezionò 9 scudetti: 1898, 1899, 1900, 1002, 1903 ,1904, 1914-15, 1922-23 e 1923-24 ed ultimo della storia genoana.

Tanto rispetto e solidarietà va alla città di Genova che questi giorni sta vivendo una dei più terribili drammi della sua storia.

Tornando al calcio, fra il Palermo e il Genoa esiste un feeling che dura da tempo e sono in tanti i siciliani che hanno contribuito a portare avanti il vessillo rossoblu. Strettamente in ordine cronologico, inizia nelle stagioni che vanno dal 1974 al ’78, Ignazio Arcoleo, il palermitano di Mondello, centrocampista e in seguito allenatore, che in 4 stagioni collezionò 132 presenze e 8 gol. Altra presenza panormita con Vincenzo Di Giovanni, attaccante, dal 1973- al ’75 e dopo il prestito al Trento, il ritorno nel ’77-78. In totale 78 presenze e 1 solo gol. In seguito arrivò l’attaccante siracusano di Floridia, Gaetano Auteri dal ’84 al 86 con 29 presenze e 2 gol. Ma è il professore – detto così per via di una laurea in Pedagogia- Franco Scoglio, che ci ha lasciato nel 2005, nato a Lipari, a dare il maggiore contributo alla causa genoana. Allenatore “sanguigno” e che non le mandava a dire, ha condotto i grifoni in varie stagioni e a Genoa ha lasciato, non solo il cuore e la sua immensa passione, ma anche la vita: un infarto fulminate durante una trasmissione televisiva, mentre parlava del “suo” Genoa. Un altro palermitano fra le fila rossoblu, quel Giovanni Tedesco, beniamino anche dei tifosi rosanero, oggi allenatore di calcio del Floriana, squadra del massimo campionato di Malta, che collezionò 77 presenze e 9 gol. In questa stagione alle dipendenze di Giampiero Gasperini il nisseno di Caltanissetta, Giovanni Marchese, terzino di fascia che ha giocato anche nel Catania. E per ultimo, ma solo in ordine cronologico l’attaccante palermitano Emanuele Calaiò, una sola stagione 2013-14, con 22 presenze e 3 gol.

L’attuale rosa a disposizione del’ex rosanero, nella doppia veste di calciatore e allenatore, Giampiero Gasperini, è composta da 12 italiani e 11 stranieri, fra cui 6 sudamericani (3 argentini, 1venezuelano, un cileno e brasiliano) e 4 del Vecchio Continente (1 slovacco,1 francese e uno spagnolo). Oltre al già citato Gasperini, da notare la presenza di un altro ex rosanero, Mauricio Pinilla.

Il Genoa ha affrontato il Palermo in otto incontri casalinghi, che vanno così suddivisi: tre incontri di Serie A e cinque di Serie B: i rossoblù primeggiano in entrambe le serie. In serie A hanno ottenuto due vittorie e due pareggi, segnando 7 reti e subendone 5; a livello di Serie B tre vittorie e due pareggi, segnando 8 reti e subendone 3.

Il Genoa ha affrontato il Palermo alla Favorita, che vanno così suddivisi: quattro incontri di Serie A e cinque di Serie B. I rosanero sono in vantaggio sia a livello di Serie A con tre vittorie, un pareggio ed una sconfitta, 10 reti segnate e 7 subite, sia a livello di Serie B con tre vittorie e due pareggi, 9 reti segnate e 2 subite.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*