Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno IX - Num. 45 - 21 aprile 2021

Anno V - Num. 27 - 05 aprile 2017 Politica e società

Per Crocetta Finanziaria abbassa tasse e aumenta solidarietà per la Uil Sicilia bisogna subito recuperare norme saltate su lavoro e sviluppo

di Redazione TrinacriaNews
         

ars URL IMMAGINE SOCIALPalermo, 3 mag. Il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta, rispondendo a quanto affermato da Sicindustria dichiara: “Il governo aveva presentato una finanziaria secca – al dicembre 2016 – con 15 articoli. Nel corso del dibattito parlamentare sono arrivate proposte che hanno emendato la manovra, come è previsto dalle regole democratiche. Volevo una finanziaria secca proprio per evitare accuse di elettoralismo. Consiglierei a Sicindustria di aspettare la pubblicazione della manovra per fare le opportune valutazioni. Comprenderà che per la prima volta dopo anni, non ci sono fondi per gli investimenti che vengono destinati a coprire la spesa corrente. Negli anni passati, circa un miliardo di Fsc veniva utilizzato per coprire quelle spese, mentre quest’anno, tali somme sono dedicate agli investimenti. Le operazioni, come l’acquisizione del patrimonio immobiliare, riducono le obbligazioni verso terzi, l’abbassamento delle tasse porta la Sicilia ad essere la regione italiana dove si pagano meno imposte, abbiamo aumentato la solidarietà, non mi sembra poco. E’ un bilancio vero, triennale, che prevede una vera programmazione”.

Sulla Finanziaria così si esprime il segretario generale della Uil Sicilia Claudio Barone:

“Adesso è fondamentale recuperare alcune norme, saltate nel corso della caotica approvazione della Finanziaria. Prima fra tutte l’unificazione del consorzio autostrade siciliane con l’Anas che rappresenterebbe un segnale importante per mettere in sicurezza il territorio e la rete viaria, oggi colabrodo, spendendo in maniera utile le risorse Ue”. E aggiunge: “E’ importante sostenere anche il settore dell’Agricoltura finanziando la ricerca. Il governo regionale cerchi il consenso dell’Ars per approvare queste, e altre, norme che creano occupazione e sviluppo. Bisogna anche recuperare risorse con la lotta all’evasione fiscale passando da Riscossione Sicilia al modello nazionale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*