Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno X - Num. 48 - 14 marzo 2022

Anno IX - Num. 47 - 27 dicembre 2021 Politica e società

L’Olio prodotto con gli ulivi del Giardino della Memoria di Capaci verrà consacrato e aggiunto agli Oli Sacri per i Sacramenti

di Vilma Maria Costa
         

Palermo –Ieri mattina nel Giardino della Memoria di Capaci, luogo della strage del 1992 in cui persero la vita il Giudice Giovanni Falcone, la moglie magistrato Francesca Morvillo e gli agenti di scorta, Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, si è tenuta la cerimonia di consegna dell’olio ricavato dagli ulivi del Giardino.

A consegnare l’olio nelle mani degli Arcivescovi delle Diocesi di Palermo e Monreale Corrado Lorefice e Michele Pennisi, del Vescovo di Cefalù Giuseppe Marciante e dell’Eparca di Piana degli Albanesi Giorgio Demetrio Gallaro, sono stati il Questore di Palermo Leopoldo Laricchia e la Presidente dell’Associazione Quarto Savona 15 Tina Montinaro, moglie di Antonio Montinaro, capo scorta di Giovanni Falcone.

L’iniziativa nasce all’interno del XXX Anniversario delle stragi di Capaci e di via D’Amelio dove persero la vita i Giudici Falcone e Borsellino e i poliziotti della loro tutela.

La Conferenza Episcopale della Sicilia ha accolto la proposta della Questura di Palermo e dell’Associazione Quarto Savona 15 di aggiungere ai Sacri Oli, che verranno consacrati il Giovedì Santo durante la Messa Crismale e che verranno usati per amministrare i Sacramenti per tutto l’intero anno Liturgico da tutte le Parrocchie delle Diocesi.

Alla cerimonia hanno partecipato Maria Falcone, sorella del Giudice Falcone, il Prefetto di Palermo, Giuseppe Forlani, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il vicepresidente della Regione Siciliana, Gaetano Armao e altre numerose istituzioni e una nutrita delegazione dell’Anps – Associazione Nazionale Polizia di Stato sez. di Palermo.

foto di Andrea Di Chiara  
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*