Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno IX - Num. 45 - 21 aprile 2021

Anno II - Num. 07 - 10 luglio 2013 Sport

Le prime tre giornate del Palermo

di Pietro Ciccarelli
         

gattuso e zampariniNon è un Palermo così sprovveduto come aveva dato l’impressione nelle prime 2 gare di campionato.

La retrocessione e l’adattamento alla serie B non è cosa da poco e un po’ impacciato e fuori dal suo habitat naturale è apparso il Palermo di Rino Gattuso sia all’esordio contro il Modena e ancor peggio con la sconfitta al Renzo Barbera da parte dell’Empoli del’ex Massimo Maccarrone, a cui si deve dare atto di aver esultato in maniera consona: segno evidente, che nonostante la non brillante stagione in rosanero, Palermo e il Palermo gli è rimasto nel cuore. Non poteva essere questo il Palermo, che deve puntare senza indugio al ritorno in serie A e voluto da Maurizio Zamparini, che con tutti i torti che gli si possono attribuire è l’unico a reggere le sorti della società.

Contro il Padova con un accorto gioco di rimessa ha piegato ben 3 volte le residue velleità di un modesto Padova.

Stasera alle 20,30, di venerdì, s’anticipa al Renzo Barbera contro il Cesena. Squadra dal passato illustre con trascorsi anche in A, e con buoni risultati.

Serve la conferma che la “crisi” è passata, se crisi c’è mai stata.

Il buon Gattuso ha sempre detto che per il Palermo, ogni partita sarà una “battaglia”e su questo, chi sa di calcio, non ha bisogno del “verbo” del calabrese.

La squadra rosanero ha urgenza del ritorno nella massima serie, sia per rinnovare il prestigio acquisito in ben 9 anni consecutivi di serie A, sia perché i tifosi vogliono ardentemente vedere le gare di prestigio contro la Juventus, Inter, Milan e non ultime anche Napoli e Fiorentina. Pazienza si dovrà aspettare fino al 31 maggio 2014 e quel, si spera, mitico giorno in casa contro il Crotone sarà festa grande.

Ottimismo da tifoso? Certo, ma ottimismo di chi crede in questa squadra, che soffrirà, vincerà, perderà, ma in ogni caso saranno i colori rosanero e i meravigliosi tifosi a trionfare.

Questa la squadra. Portieri: Stefano Sorrentino, maglia n.1, Samir Ujkani, maglia n. 22, Andrea Fulignati, maglia n. 12; Difensori; Sinisa Andelkovic, maglia n. 4, Fabrio Deprelà, maglia n. 28, Milan Milanovic, maglia n. 5, Michel Morganella, maglia n. 17, Ezequel Munoz, maglia n. 6, Eros Pisano, maglia n. 3, Aljaz Struma, maglia 2, Claudio Terzi, maglia n. 19, Armin Bacinovic, maglia n. 21, Edgar Barreto, maglia n. 8, Francesco Balzoni, maglia n. 15, Davide Di Gennaro, maglia n. 10, Carlos Embalo, maglia n. 25, Ignacio Lores, maglia n. 16,  maglia n. 7, Granddi  Ngyi, maglia n. 27, Giulio Samseverino, maglia n. 7, Alen Stevanovic, maglia n. 14, Gennaro Troianello maglia n. 13, Valerio Verre, maglia n. 23, Franco Vazquez, maglia n. 20; Attaccanti: Andrea Belotti, maglia n. 30, Paulo Dybala, maglia n. 9, Abel Hernandez, maglia n. 11, Kile Lafferty, maglia n. 18 e Cephas Malele, maglia n. 24. STAFF TECNICO. Allenatore Gennaro Ivan Gattuso, collaboratore tecnico Paolo Beruatto, Preparatori atletici, Andrea Carrain e Marcello Iaia. Allenatore dei portieri Franco Paleari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*