Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno IX - Num. 45 - 21 aprile 2021

Anno II - Num. 10 - 24 febbraio 2014 Cultura e spettacolo

La “VI Sagra Arancia Rossa di Centuripe”

La sagra si inserisce all’interno di un percorso teso alla realizzazione di una filiera agricola e ristorativa

di Dario Milazzo
         

VI Sagra Arancia Rossa di Centuripe SEQUENZACenturipe (EN) – La “VI Sagra Arancia Rossa di Centuripe”, evento gastronomico tenutosi quest’anno dal 21 al 23 marzo, ha come principale obiettivo la riqualificazione dell’offerta gastronomica ennese, tramite la promozione di un frutto IGP e l’incremento dei flussi turistici.

Centuripe è una cittadina in provincia di Enna, sconosciuta ai più, ma famosa per la sua posizione. La cittadina ennese si situa sulla sommità di un sistema montuoso a forma di stella, vicino al fianco occidentale dell’Etna.

Le dolci arance rosse di Centuripe, frutto coltivato da anni in queste fertili zone ai piedi dell’Etna, sono talmente uniche da essere state insignite dal bollino IGP, cioè “Indicazione Geografica Protetta”.

Cuore della “Sagra Arancia Rossa di Sicilia” sono stati comunque gli stand di artigiani, commercianti, scuole (come l’Istituto Alberghiero locale), associazioni ed enti, che hanno promosso frutti, dolci e prodotti tipici legati a questo frutto.

I visitatori hanno dunque potuto gustare spremute, dolci e altri piatti tipici siciliani a base d’arancia.

Non sono mancate le attività culturali: dalla musica dell’Associazione Musicale “Città di Centuripe”, all’animazione dell’Associazione Kento, dalle iniziative per le scuole (“La Scuola scende in piazza”) ai tanti spettacoli folkloristici.

Presenti gli spettacoli enogastronomici, quali le “Lezioni di Cucina” a cura della Federazione Italiana Cuochi, dove sono state impartite dimostrazioni gratuite su come cucinare le arance, non solo per realizzare dolci, ma anche piatti salati come i risotti e le carni.

Per i bambini, domenica si sono tenuti dei giochi tradizionali con protagonista l’arancia, organizzati dalla Pro Loco di Centuripe che anche quest’anno ha dato il suo contributo all’evento.

Infine da sottolineare un’interessante concorso fotografico sulla sagra denominato “Condividi la Sagra” rivolto a tutti gli amanti della fotografia.

VI Sagra Arancia Rossa di CenturipeMa la Sagra dell’Arancia Rossa di Sicilia non è solo spettacolo e tradizione. A tal proposito risultano interessanti le dichiarazioni rilasciate dal dott. Andrea Scoto responsabile del Servizio Agricoltura della Provincia Regionale di Enna, esperto e sostenitore dell’agroalimentare della Provincia di Enna, il quale ha parlato di valorizzazione dei prodotti agroalimentari a km zero e si è soffermato sull’importanza della rete costruita tra Provincia Regionale di Enna, istituti per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera, produttori ed enti per creare iniziative strettamente collegate al progetto “Ristorazione a Km zero – Enna”. La Provincia di Enna, infatti, sta portando avanti una serie di iniziative per realizzare una rete importante per lo sviluppo turistico, economico e sociale del territorio. Scoto tiene a sottolineare che il tema della dieta mediterranea e dell’educazione alimentare trova un significativo riscontro nelle nuove linee guida per la ristorazione scolastica fissate dal Ministero della Salute, che prevedono l’introduzione nelle scuole e negli ospedali di menù a “Chilometro zero”, con piatti che consentano un’alimentazione equilibrata e, al contempo, salvaguardino la varietà e la stagionalità dei cibi, utilizzando le arance rosse, inserendole in proposte di menu tipici.

Dalle dichiarazione di Scoto è evidente, quindi, che la Sagra dell’Arancia Rossa di Sicilia non è una semplice festa, ma un’iniziativa che si inserisce all’interno di un percorso teso alla realizzazione di una filiera agricola e ristorativa tutta siciliana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*