Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno IX - Num. 46 - 02 ottobre 2021

Anno II - Num. 09 - 30 dicembre 2013 Politica e società

Intervista al nuovo Segretario aggiunto Uil Nazionale che traghetterà l’Organizzazione verso il rinnovamento

di Vilma Maria Costa
         

Carmelo BarbagalloRoma – Da circa una settimana la UIL Nazionale ha un nuovo Segretario generale, il siciliano, di Termini Imerese (PA), Carmelo Barbagallo. Un uomo che ha percorso tutta la carriera sindacale, dalla base come semplice iscritto da operaio FIAT e poi sempre più su come Segretario provinciale di categoria UILM, poi Segretario generale provinciale e ancora Segretario generale della Sicilia per poi approdare alla Segreteria Nazionale come Segretario Nazionale Organizzativo e adesso il numero uno: Segretario Nazionale Aggiunto conservando, comunque, la delega a Segretario di Organizzazione.

Angeletti, infatti, ha deciso che non si ricandiderà al Congresso nazionale che si terrà tra il 19 e il 21 novembre e Barbagallo lo affiancherà fino a quella data. E’ molto probabile, ma non possiamo averne e darne, quindi, conferma, che sarà poi proprio Barbagallo a rimanere, dopo il Congresso dove saranno previste le elezioni per eleggere il nuovo segretario, il numero uno della Uil come Segretario Generale Nazionale.

Abbiamo raggiunto telefonicamente Barbagallo, ed ecco le domande che gli abbiamo rivolto:

  • Cosa significa segretario aggiunto e perché questa decisione della Uil nazionale di creare questa figura?

La figura di Segretario Aggiunto già esisteva nello Statuto dell’Organizzazione ed era stata utilizzata dal segretario Masi per altre questioni riguardanti la sua categoria. Nel caso specifico sono stato nominato segretario generale aggiunto per affiancare il segretario Generale per lo svolgimento dei Congressi e per le riforme organizzative.

Sarò il Segretario delle 5 “R”

  1.  Riforme organizzative
  2. Rinnovamento
  3. Regole
  4. Rilancio
  5. Rete (rilanciando faremo rete)
  • Perché Angeletti ha deciso di lasciare prima del congresso nazionale che si terrà tra il 19-21 novembre prossimi?

Perché Angeletti ritiene il suo percorso concluso, ma saremo insieme per lo svolgimento dei congressi e per le riforme organizzative in modo da realizzare tutto nel miglio modo possibile

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*