Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno IX - Num. 45 - 21 aprile 2021

Anno II - Num. 08 - 21 ottobre 2013 Politica e società

Incendio doloso della sede Assessorato Lavori Pubblici del Comune di Gela. Edificio inagibile

di Redazione TrinacriaNews
         

vigili del fuocoGela (CL) – Solo in mattinata i vigili del fuoco sono riusciti a sedare le fiamme di quello che si prefigura come un incendio doloso. Le persone che hanno appiccato il fuoco sono entrate forzandola serranda dell’ufficio dell’assessore Carmelo Casano. L’assessore Casano recentemente ha avviato diversi cantieri per la riqualificazione urbana e ha escluso diverse imprese dalla gara perché non hanno prodotto l’informativa antimafia così come previsto dalla legge, si pensa , dunque, che ci sia qualche connessione con l’attentato.

Il presidente della Regione Crocetta non appena informato dei fatti si è così espresso: Apprendo con dolore che stanotte un incendio di notevoli dimensioni, tale da rendere inagibili i locali, “sarebbe accaduto” all’interno del dipartimento Lavori Pubblici del Comune di Gela. Un dipartimento che negli ultimi anni è stato al centro di una battaglia per la gestione degli appalti contro società della mafia. Sono stati anni di monitoraggio, di attento controllo delle procedure, di revoche a soggetti vicini alla mafia, anni in cui altri episodi di incendi vi sono stati. Stavolta il lavoro è stato più “certosino”, distruggendo non solo progetti che dovevano andare in appalto, ma cercando di cancellare la memoria dei decenni passati: una memoria molto pericolosa per quanti nel passato avrebbero potuto compiere atti da cancellare. La giustizia non fa mai sconti a nessuno, alla fine prevale sempre, chi ha fatto una gestione allegra delle risorse pubbliche non pensi di cavarsela e soprattutto la mafia e il malaffare non pensino che a Gela si possa tornare indietro così facilmente. C’è grande attenzione da parte delle istituzioni, delle forze dell’ordine e della magistratura, che supporteranno l’azione di legalità. La mia solidarietà ai cittadini, al comune, al sindaco Fasulo, all’assessore Casano e all’intera giunta, al direttore del dipartimento, Costa, con la consapevolezza che oggi continua il lavoro già intrapreso e che l’azione civile di crescita e sviluppo della città sarà intensificata. Domani sarò a Gela per essere presente all’inaugurazione di alcuni progetti di riqualificazione della città, per fare un punto con l’amministrazione sulla questione sviluppo e legalità, alla luce dei fatti recenti, ma anche per riconfermare la mia personale e istituzionale voglia di stare in trincea, con quanti si battono contro l’illegalità

Il sindaco di Gela, Angelo Fasulo, ha detto: Siamo molto amareggiati. È gravissimo perché si tratta di un attacco al lavoro che si fa per questa città, alle opere che si realizzano e di conseguenza questi gravi atti si ripercuotono sull’occupazione e sulla crescita. Non c’è ritorno economico per questi criminali, c’è solo la volontà di fare male a questa città. Si fa del male a chi lavora per farla crescere. Siamo veramente amareggiati ma in ogni caso ci metteremo subito al lavoro. Anche se i danni sono ingenti, ci rimetteremo subito al lavoro per rimetterci in moto. Si tratta – conclude Fasulo – di un gravissimo attacco alla città intera e alle opere che si stanno realizzando per creare occupazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*