Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno IX - Num. 45 - 21 aprile 2021

Anno II - Num. 07 - 10 luglio 2013 Politica e società

FORMAZIONE PROFESSIONALE: Sindacati e Governo aprono confronto su riforma

di Redazione TrinacriaNews
         

Formazione_professionale_confronto_riformaPalermo – Il protocollo sulla formazione professionale siglato la sera del 17 ottobre apre uno spiraglio sulla strada della riforma del settore.

Giusto Scozzaro, segretario della Flc Cgil Sicilia a proposito dell’intesa firmata dai sindacati e dall’assessore regionale alla formazione: La grave crisi, anche sotto il profilo della legalità, che ha travolto il sistema impone oggi immediate scelte di responsabilità per ridare alla formazione professionale un ruolo sociale, sottrarla al malaffare, dare certezze ai lavoratori.

Un accordo che incardina un percorso che vedrà sindacati e governo procedere insieme per arrivare a una riforma condivisa della formazione professionale.

Per affrontare i problemi sul tappeto, come quelli degli esodi e degli incentivi al pensionamento verrà istituito un gruppo di lavoro ristretto.

Per i dipendenti degli enti a cui è stato revocato l’accreditamento, circa 1.500, è stato ipotizzato lo stesso percorso dei lavoratori degli sportelli multifunzionali, il passaggio cioè al Ciapi di Priolo, che dovrà essere suggellato con una delibera della giunta. Si tratta ovviamente di una soluzione di emergenza puntualizza Scozzaro per assicurare la continuità nel lavoro, ma è difficile pensare che possa essere la soluzione definitiva, visti i numeri e perché potrebbero aprirsi altre situazioni di crisi.

Il verbale firmato prevede un incontro il 21 ottobre per la soluzione di alcuni problemi legati all’obbligo di istruzione e formazione (rendicontazioni, decretazione dei primi anni, monitoraggio dei pagamenti).

Venerdì 25 ci sarà il tavolo tecnico sugli esuberi, per trovare soluzioni per mantenere i livelli occupazionali.

Venerdì 28 ci sarà la riunione di un gruppo misto di lavoro per avviare la discussione sugli incentivi all’esodo.

Ai sindacati è stato comunicato che entro la prossima settimana saranno emanati i decreti di impegno per la riedizione della seconda annualità delle attività formative dell’avviso 20.

La prossima settimana sarà inoltre emanato il decreto di affidamento con impegno di spesa per i primi anni dell’Oif.

La scaletta di impegni fa supporre un serio impegno tra Governo regionale e Sindacati.

Ecco quanto sostengono Claudio Barone Segretario generale UIL Sicilia e Giuseppe Raimondi della Uil Scuola: Non è più possibile rinviare il confronto sulla riforma del settore della Formazione professionale in Sicilia. Occorrono subito trasparenza nella gestione, certezza di regole e tutela per i lavoratori che sono le vere vittime del sistema. E’ necessario, invece, un confronto serio tra Regione e organizzazioni sindacali per arrivare a un modello di gestione condiviso. Va bene utilizzare subito il Ciapi di Priolo e procedere alla creazione di un’Agenzia unica – soluzione, questa, da sempre condivisa dalla Uil Sicilia – ma ci rendiamo conto che realizzarla non sarà cosa semplice soprattutto per via di una cruciale fase di transizione. Ribadiamo, quindi, al Governo Crocetta che la riforma della Formazione e la tutela di chi vi lavora è possibile solo con un confronto corretto e costruttivo con i sindacati.

In allegato il verbale di intesa

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*