Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno IX - Num. 45 - 21 aprile 2021

Anno I - Num. 04 - 05 dicembre 2012 Sport

Eccellenza A: dopo 1/3 di campionato a senso unico, ora è meglio fare una pausa “culinaria”

di Gualtiero Sanfilippo
         

L'inizio del matchAmici dello sport e del calcio dilettantistico, rieccoci a dare un’occhiata all’evoluzione del calcio dilettantistico ed in particolare al girone occidentale d’Eccellenza – girone A – della Sicilia. Sono passati poco più di due mesi dall’inizio del campionato e dieci sono le partite che si sono giocate in questo arco di tempo.

Tutti col panino con la cotoletta in borsa o la pasta al forno, comunque sia con il pranzo “a sacco”, saluti alla famiglia e veloce dritto al campo, questa è la domenica di ogni tifoso Siciliano. Bandiere, trombe e sfottò. Le ipotesi del venerdì, le sorprese del sabato, i fatti della domenica ed i giudizi del lunedì, dove tutti noi diventiamo abili allenatori pronti a puntare il dito contro qualcuno o qualcosa. Dopo dieci domeniche ed una pausa per le elezioni regionali, il campionato ha detto: “Akragas”.

Quest’ultima è la squadra più forte del campionato, senza dubbio. Come sono privi di dubbi i trenta punti conquistati, il primato in classifica ed il record di dieci vittorie in dieci partite, per qualcuno straordinario, ma per i tifosi del “gigante” è diventato una routine. Al campo di Agrigento, la pasta al forno ed il panino con la cotoletta si gustano al meglio e si dice siano più buoni, però si dice che ci sia il tasso più alto di liti matrimoniali, vista la continua assenza dei mariti a causa di Coppa Italia, campionato, amichevoli di prestigio, conferenze stampa e ritiro della rosa.

Subito dietro in classifica, le altre non riescono a non perdere terreno e rimangono ad una distanza considerevole.  Otto sono i punti che mancano tra la prima e la seconda, l’Atletico Campofranco. Un paese di poche anime, ma che con grandi sacrifici si propone con una squadra avversaria degna del campionato per il secondo anno consecutivo.

Sorprendente, l’apporto tecnico e umano di mister Chico che ha fatto del San Giovanni Gemini, una corazzata davvero interessante, come lo è anche il Raffadali, un’altra sorpresa del campionato. Insieme alla Riviera Marmi ed il Kamarat, saranno le squadre che lotteranno per i Play-Off. Per queste squadre si consiglia di non mangiare pesante, perché i continui nervi dovuti ai consueti alti e bassi del loro campionato potrebbero causare qualche mal di pancia di troppo, così meglio portare dei Sandwich naturali, magari con del Filadelfia o del Primosale, tanto per tenere d’occhio la linea.

Momenti del matchLa lotta per uscire dall’anonimato è stata accesa da alcuni fatti più o meno coloriti: Monreale e Ribera (quest’ultima milita in Serie D) non si scontrano più, bensì si aiutano ed anche quando due dei loro tesserati – Okolie e Omolade – finiscono in una rissa amorosa in un famoso locale Palermitano. Beh, il cibo doveva essere piccante e si sa, il “piccante” stimola la mente e… il corpo. La Sancataldese perde temporaneamente il suo allenatore per discorsi extracalcistici che gli hanno fatto avere problemi con la giustizia e cos’altro? Il pullman della Riviera Marmi che è stato assalito da alcuni tifosi e tante altre cose folkloristiche.

Lotta per non retrocedere dal particolare esito. Infatti, il Marsala, squadra dal passato glorioso non riesce ad uscire dal tunnel e trovare la luce della tranquillità. Via il mister Costigliola, dentro un mister nuovo, poi ritorna nuovamente mister Costigliola, ma adesso vengono liberati tutti i giocatori della prima squadra. Insomma, mosse da sabato sera, quando il tasso alcolico è elevato. Chissà che la squadra di Marsala non abbia bevuto proprio…uhm, può darsi. Allora consiglio qualcosa di sostanzioso che possa seguire e controllare il tasso alcolico.

E poi ancora Valderice, Folgore, Bagheria…tante squadre, tante storie.

Vi avevamo promesso un campionato di calcio, noi vi offriamo molto di più. Forse è meglio non pensarci più e incontrarci tutti seduti ad un tavolo, si ma che cosa prepareremo per i nostri ospiti dai gusti così diversi?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*