Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno IX - Num. 45 - 21 aprile 2021

Anno II - Num. 14 - 25 novembre 2014 Sport

Domenica 30 novembre va di scena Palermo-Parma

di Pietro Ciccarelli
         

palermo parma URL IMMAGINE SOCIALDomenica, al “Renzo Barbera” ore 15,00 va di scena Palermo – Parma.

Inevitabilmente, “Mi ritorna in mente” un Palermo – Parma , di Coppa Italia del 30 agosto 1995 con i rosanero che batterono il grande Parma per 3-0. Era il Parma guidato in panchina dal tecnico Nevio Scala e che schierò questa formazione: Bucci, Mussi, Sensini, Minotti, Benarrivo (59’ Pippo Inzaghi), Dino Baggio, Brambilla, Crippa, Stoichkov, Brolin (46’ Melli), Zola. Il Palermo si oppose con Berti, Galeoto (palermitano), Ferrara, Biffi, Pisciotta (palermitano), Giacomo Tedesco (palermitano), Di Già (79’ Campofranco (palermitano), Iachini (si proprio il nostro Beppe), Caterino, Vasari (palermitano), Rizzolo (33’ Di Somma (palermitano). Allenatori Tonino De Bellis e Ignazio Arcoleo (palermitano). Reti: 7’ Caterino, 48’e 87 Vasari. Notte stellata e cielo sereno!!!

Nel Parma hanno militato parecchi siciliani. Se permettete il primo dei palermitani è stato Cesto Vicpalek,cecoslovacco, con villa Mondello, che indosso la maglia del Palermo dal 1947-52 ben 143 volte, segnando 23 gol e quella giallo-blu per 151 gare, segnando 28 reti. Nel file della squadra parmense giocò, nonostante il cognome, il palermitano Tarcisio Catanese, in totale 79 presenze e 4 gol, ma era un centrocampista. Ed ancora, Armando Perna, palermitano, 6 gare in tutto. Un altro palermitano, ora del Trapani, Maurizio Ciaramitaro con 17 presenze. Il nisseno Fabrizio Cammarata, attaccante dalle grande promesse che nel Parma segnò solo 8 gol.

Tutto diverso adesso con la squadra allenata dall’ex C.T. della Nazionale, Roberto Donadoni, ultima in classifica a soli 6 punti, mentre il Palermo è alla ricerca della 3a vittoria casalinga. Roberto Donadoni ha a disposizione una rosa di 30 giocatori, 15 italiani e 15 stranieri. Fra i quali 3 brasiliani, Fabiano Santacroce, Felipe e Vieira De Souza, 2 argentini, Gabriel Paletta e Josè Mauri, un cileno Cristobal Jorquera,  un bosniaco Mariyan Carin, un macedone Stefan Ristovk, una svizzero Pedro Mendes, un francese Abdelkader Kader, un belga Saufiane Bidoani, un algerino Jshak Belfadil, un ghanese ed ex rosanero Afriyie Acquah e il keniota Mc Donald Mauga. Gli italiani sono Alex Cordaz, Alessandro Jacobucci, Antonio Mirante, l’ex rosanero Alessandro Lucarelli, Andrea Costa, Paolo De Ceglie, l’ex rosanero Mattia Cassani, Andrea Rispoli, Massimo Gobbi, Daniele Galloppa, Nicola Pazzi, Massimo Coda, Raffaele Palladino e Antonio Cassano, ormai non più in vena di “cassanate”.

Sono 16 i precedenti fra Palermo e Parma in Serie A: il Parma è in vantaggio per sette vittorie a tre – 13 di questi incontri hanno visto segnare entrambe le squadre. Il Palermo ha raccolto un solo punto nelle ultime cinque sfide contro il Parma in Serie A, nessuno nelle tre più recenti. Il bilancio a Palermo è in perfetto equilibrio: tre vittorie a testa e due pareggi – nei precedenti in Sicilia sia Palermo che Parma hanno sempre trovato la via del gol, per una media di 3.9 reti a partita.

Il Palermo è imbattuto da quattro giornate (2 vittorie e 2 pareggi – solo due i gol subiti dai rosanero in queste partite, ne avevano incassati 17 nelle prime otto gare. Il Parma ha perso 10 delle prime 12 partite, non era mai successo nella storia dei parmensi in Serie A. I gialloblu sono stati in svantaggio 506 minuti in questo campionato (esclusi i recuperi), almeno 103 più di ogni altra squadra. Ishak Belfodil non segna ormai da 34 presenze in Serie A, l’ultimo gol proprio contro il Palermo nel maggio 2013 – in quella stagione segnò anche nella partita di andata al “Tardini”. Paulo Dybala sempre a segno nelle ultime tre giornate di campionato – sua la firma sugli ultimi tre gol del Palermo. La “Joya” con tre nazionalità, polacca, argentina e italiana ed è sotto le attenzioni del C.T. Azzurro Antonio Conte, ma fa gola anche alla nazionale che fu di Diego Armando Maradona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*