Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno X - Num. 50 - 24 ottobre 2022

Anno X - Num. 48 - 14 marzo 2022 Politica e società

Covisian, Musumeci, assieme ai lavoratori, chiede una immediata nuova convocazione del tavolo. Scavone chiede intervento chiarificatore al Ministro Franco

di Redazione TrinacriaNews
         

Covisian, Musumeci: «Basta tattiche, sia convocato tavolo risolutivo»
«L’assenza di ITA Airways al tavolo convocato oggi dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali è offensiva quanto intollerabile. E non basta che il ministro del Lavoro Orlando affidi il suo disappunto alle agenzie. Bisogna intervenire, con estrema urgenza, per tutelare i 534 lavoratori ex Almaviva e le loro famiglie. La Regione, sin dall’inizio di questa grottesca vicenda, è stata al loro fianco e continuerà a farlo, con in testa il sottoscritto e l’assessore al Lavoro Scavone. Ma basta con le chiacchiere e le tattiche! ITA ha goduto di tutto il favore e la comprensione (per non dire altro) del governo italiano. La Regione, assieme ai lavoratori, chiede una immediata nuova convocazione del tavolo, attorno al quale dovrà essere, una volta per tutte, risolto il caso di queste donne e uomini che per lunghissimo tempo hanno lavorato nei call center e che d’un tratto sono stati precipitati nella disperazione dopo il ritiro della commessa a Covisian da parte della compagnia Ita Airways». Lo dichiara il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci.

Covisian, Scavone: «Si attende intervento chiarificatore del ministro dell’Economia»

«La vicenda dei lavoratori ex Almaviva occupa e preoccupa l’assessorato per il Lavoro della Regione Siciliana. Registro con profondo disappunto questa mancanza di rispetto nei confronti di centinaia di lavoratori che vedono in serio pericolo la loro posizione – dice l’assessore regionale per il Lavoro, Antonio Scavone, commentando la mancata presenza al tavolo del rappresentante di Ita Airways – L’assenza di Ita è un negarsi al confronto necessario tra le parti col proposito unico di tutelare le posizioni occupazionali dei lavoratori – continua Scavone – Mi unisco al richiamo del ministro del Lavoro, Orlando, chiedendo il rispetto della clausola sociale, in particolar modo per una società a totale partecipazione statale, che non può permettersi di abbandonare in questo modo ben 543 lavoratori. Si attende, rispetto a questa situazione, un intervento chiarificatore del ministro dell’Economia Franco».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*