Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno IX - Num. 45 - 21 aprile 2021

Anno II - Num. 14 - 25 novembre 2014 Sport

Atalanta-Palermo. Ecco contro chi combatteranno i Rosanero

di Pietro Ciccarelli
         

Pallone palermo URL IMMAGINE SOCIALSarà un pomeriggio particolare, domenica 21 dicembre ore 15,00, per Andrea “Il Gallo” Belotti che ritorna a correre nel “suo” terreno che l’ha visto crescere, il “Atleti Azzurri d’Italia” di Bergamo. Il Gallo è cresciuto nell’altra squadra bergamasca, l’AlbinoLeffe. La seconda squadra di Bergamo, nata nel 1998, dalla fusione fra l’Albino e Leffe – non è una sigla, ma il nome di un paese di circa 5000 abitanti. Albino è un centro, sempre in provincia di Bergamo, che dista 13 kilometri dal capoluogo Bergamo.

Dunque, Atalanta-Palermo la prossima gara dei rosanero di Beppe Iachini che si ritrovano in serie utile da sette giornate, fatte da 4 vittorie e 3 pareggi, e con Paulo Dybala, a quote 7 in fatto di gol.

La squadra orobica è nota per essere fucina di talenti con una corsia preferenziale con la Juventus: Cesare Prandelli, ex c.t. della Nazionale, Pierino Fanna, Gaetano Scirea, Antonio Cabrini,  Massimo Carrera, tanto per citare i più famosi. Ma con gli orobici hanno giocato anche Angelo Domenghini, Bortolo Mutti, ex allenatore del Messina e Palermo, Emiliano Mondonico, oggi opinionista televisivo, Maurizio Ganz, Cristian Vieri, Filippo “Pippo” Inzaghi, Roberto Donadoni, ex c.t. della Nazionale e Enrico “ Chicco” Nova, che giocò fra i neroazzurri per 8 stagioni consecutive e nel Palermo, stagione 1967-68, l’anno della conquista della serie A, con Carmelo Di Bella, allenatore. E poi come dimenticare il calabrese Teobaldo Bigliardi, centrale rosanero dal 1981 al ‘86  con 133 presenze e il ritorno in rosa nel ’93-’94 con 21 gare giocate.  E per finire il palermitano Giuseppe Compagno, cresciuto proprio nel vivaio bergamasco dove debuttò nel 1985 con 21 presenze e di seguito una discreta carriera fra in professioniste con Piacenza, Atalanta nel ’89 e 4 presenze. Poi Avellino, Cosenza,Cosenza, Pescara, Palermo con 102 presenza e 3 gol, Ancona e Reggiana. I precedenti fra Atalanta e Palermo al “Atleti Azzurri d’Italia”.

Il bilancio fra Atalanta e Palermo in serie A disputati all’Atleti Azzurri d’Italia” sorride nettamente alla squadra orobica: 8 successi, 6 pareggi e 3 sconfitte. La prima sfida tra le due compagini risale al 28 novembre 1948, quando l’Atalanta si impose per 2-1 con le reti di Miglioli e Korostelev, per i rosanero la firma fu di Pavesi De Marco. L’Atalanta, però, non riesce a battere la squadra siciliana dalla stagione 2004/05: i ragazzi di Delio Rossi vinsero per uno a zero grazie alla rete allo scadere di Gigi Sala e mantennero vive le speranze salvezza, ma furono condannati alla retrocessione il 22 maggio dal gol di Cassano. Da lì in poi 4 incontri ma nessuna vittoria. Il 25 febbraio 2007 il match termina in parità (1-1, reti di Zampagna e Diana). Il 16 dicembre 2007 arriva il secondo successo rosanero in quel di Bergamo (il primo risale al 1953, i siciliani vinsero per 1-0 grazie alla rete di Francesco De Rosa): l’Atalanta, priva dello squalificato Cristiano Doni, vide crollare il record di imbattibilità casalinga, che durava dal 20 dicembre 2006, proprio nell’ultima gara dell’anno. Le reti furono firmate dall’uruguaiano Edinson Cavani, Amauri, autorete di Langella e gol della bandiera di Tissone. Nella stagione 2008/09 Atalanta-Palermo finì in parità (2-2, reti di Succi e Miccoli per gli ospiti, doppietta di uno scatenato Plasmati per i padroni di casa). L’ultima partita in ordine di tempo è stata disputata il 16 maggio 2010: l’Atalanta di Bortolo Mutti, già retrocessa in serie B, perse 2-1 (doppietta di Cavani e gol di Ceravolo). Dal 2010 alla guida tecnica del neroazzurri c’è il romano Stefano Colantuono che ha allenato anche il Palermo dal 2007 a 2009 con 21 presente e collezionando 7 vittorie, 8 pareggi e 6 sconfitte. Con gli orobici Stefano Colantuono ha diretto 252 gare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*