Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno IX - Num. 45 - 21 aprile 2021

Anno IV - Num. 24 - 22 settembre 2016 Politica e società

All’Assemblea dei lavoratori apprezzamento UILPA Agenzia Entrate per rinnovo Contratto Pubblico Impiego. Ce ne parlano i coordinatori Agenzia Entrate e il segretario regionale UILPA

Interviste a coordinatori naz.le, reg.le e prov.le Agenzia Entrate Cavallaro, Di Pisa e Del Giudice e a segretario reg.le UILPA Farruggia

di Redazione TrinacriaNews
         

“L’intesa siglata dal governo e dalle parti sociali per il rinnovo del contratto dei dipendenti pubblici segna l’avvio della ripresa della contrattazione di secondo livello, riscattata dai vincoli attualmente esistenti, nonché di una nuova fase delle relazioni sindacali”: questo il commento di Renato Cavallaro, coordinatore nazionale della Uil Pubblica Amministrazione Agenzia delle Entrate, in merito al rinnovo del CCNL, espresso nell’ambito dell’assemblea dei lavoratori tenutasi a Palermo presso la sede regionale dell’Agenzia.

Soddisfazione anche da parte del segretario generale della Uil Pubblica Amministrazione Sicilia Alfonso Farruggia, secondo cui “gli 85 euro in più nelle tasche dei dipendenti non rappresentano solo una boccata d’ossigeno, seppure contenuta, per le famiglie dei dipendenti, in una regione dove il tasso di povertà relativa è molto elevato, ma anche l’avvio di una  fase di recupero salariale dopo l’immobilismo degli ultimi anni”.

Per i due esponenti della Uil, inoltre, “la sottoscrizione dell’accordo va nella direzione di una rivisitazione in chiave meritocratica del pubblico impiego: una novità particolarmente significativa per i dipendenti dell’Agenzia, spesso bistrattati e non valorizzati in modo adeguato”.

Ufficio stampa UILPA Sicilia

Marianna La Barbera

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*