Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno IX - Num. 45 - 21 aprile 2021

Anno II - Num. 10 - 24 febbraio 2014 Politica e società

Air One inaugura nuova Base a Palermo all’aeroporto “Falcone Borsellino”

DAL 30 MARZO DUE AEREI AIRBUS A320 AIR ONE COLLEGHERANNO PALERMO A 10 DESTINAZIONI DI CUI 7 INTERNAZIONALI E 3 NAZIONALI

(all’interno interviste a sindaco Orlando, presidente Gesap Giambrone e direttore Air One. Cavatorta)

di Valentina Spinelli
         

Conferenza stampa Villa NiscemiPalermo – Presso Villa Niscemi si è svolta la conferenza stampa per la presentazione di un importante investimento della compagnia aerea Air One sul territorio palermitano. L’investimento riguarderà due aerei airbus A320 Air One che collegheranno, dal 30 marzo, l’aeroporto “Falcone Borsellino” di Palermo a 10 destinazioni, di cui 7 internazionali e 3 nazionali.
In Italia i collegamenti tra Palermo e Verona, Venezia e Torino, prevedendo un volo semigiornaliero per le prime due mete e uno giornaliero per la terza.
All’estero, invece, i collegamenti diretti da Palermo riguarderanno le principali capitali europee, ovvero per Amsterdam (due collegamenti a settimana), Berlino (aeroporto Tegel, due voli a settimana), Londra (aeroporto Gatwick, tre frequenze settimanali), Parigi (aeroporto Charles De Gaulle, tre voli a settimana), Mosca (aeroporto Sheremetyevo, un collegamento settimanale) e San Pietroburgo (un volo a settimana). Dal 13 giugno Air One inaugurerà anche un collegamento bisettimanale diretto tra Palermo e Monaco di Baviera.
Ad aprire l’incontro è stato il dott. Fabio Giambrone, Presidente di Gesap spa – Aeroporto di Palermo, ha dichiarato che la volontà di investire nell’aeroporto di Palermo è frutto di una forte credibilità di cui gode l’aeroporto di Palermo e per noi motivo di grande orgoglio. Nonostante i trascorsi passati, non sempre positivi, oggi siamo aperti ad un rinnovo infrastrutturale che porterà all’area modernità e accoglienza. A livello statistico, nel 2013 si ha avuto un -5% rispetto al volato, invece, oggi abbiamo registrato +8%. Per quanto riguarda il numero dei passeggeri si presume che nel 2014 si registreranno circa 500.000 passeggeri in più, distribuiti sul volato sia nazionale che internazionale.
Laura Cavatorta, Direttore di Air One, ha spiegato che Il modello offerto da Air One è quello che noi definiamo Smart Carrier, ovvero offriamo un prodotto low cost, ma di alta qualità, affidabilità e sicurezza nel rispetto degli standard più elevati. Puntiamo, quindi, ad un prodotto capace di essere competitivo e sostenibile, volto soprattutto ad accontentare non soltanto le richieste provenienti dai cittadini palermitani, ma anche ad incrementare il turismo proveniente dall’estero. Palermo ha grandi potenzialità di crescita del traffico aereo e siamo convinti che l’investimento Air One rappresenti un forte stimolo per un ulteriore sviluppo di Palermo e della Sicilia Occidentale, tuttavia, chiediamo l’ausilio delle istituzioni e degli enti turistici, in modo tale da metter a fattor comune lo stesso fine, ovvero un business sostenibile e rendere meta di forte attrazione questa città che dispone di bellezze uniche al mondo. Sempre per cercare di rispondere il più possibile alla richieste provenienti dal territorio locale, stiamo pensando di intavolare una serie di collegamenti anche tra Palermo e l’Albania, al fine di iniziare un percorso non ancora purtroppo intrapreso.
A seguire è intervenuto il Sindaco di Palermo, Leoluca Orlando. Nonostante il periodo di ancora forte crisi l’aeroporto di Palermo, in pochi mesi, è stato oggetto di importanti investimenti. Air One giustamente ha deciso di investire sul nostro territorio, ricco di cultura e polo di attrazione per molti turisti proveniente da tutto il mondo. Le scelte dei collegamenti sono strategiche, ovvero volte a creare un moltiplicatore di collegamenti tra Palermo ed il Nord Italia e le più importanti capitali europee, tra cui Monaco, Londra e San Pietroburgo. Inoltre, sulla falsariga di quanto detto dalla dott.ssa Cavatorta, mi auguro che presto si crei questo collegamento con l’Albania e dal canto mio, ho già fatto richiesto al Ministero degli Esteri albanese di aprire un consolato a Palermo. Concludo dicendo che, in base ad un protocollo di intesa che stipuleremo quanto prima, l’amministrazione comunale e la società di gestione dell’aeroporto converranno che sarà l’amministrazione comunale a curare gli spazi verdi dell’aeroporto di Punta Raisi “Falcone Borsellino”.
In totale, questa estate, saranno 6 gli aerei del Gruppo Alitalia posizionati sull’aeroporto di Palermo. Oltre ai 2 di Air One, il Gruppo Alitalia Completerà l’offerta su Palermo con 4 aeromobili Alitalia che saranno utilizzati per i voli su Roma Fiumicino e Milano Linate.
Con questa offerta rinnovata, e soprattutto rafforzata, è evidente l’impegno a rispondere concretamente alle richieste di collegamenti diretti da parte dei cittadini e del tessuto produttivo della Regione Sicilia.
In occasione dell’evento la redazione di TrinacriaNews ha incontrato il Sindaco Orlando, il Direttore di Air One Laura Cavatorta ed il Presidente di Gesap spa – Aeroporto di Palermo Fabio. Giambrone
LEOLUCA ORLANDO
Le mete saranno nazionali ed internazionali, ci sarà un coinvolgimento del Comune di Palermo in questo progetto? In quali termini?
Il Comune di Palermo è proprietario di gestione e tifa per il successo dell’aeroporto, la partecipazione del Comune di Palermo consiste nel fatto di sostenere questa nuova gestione, la quale sta dimostrando che anche l’aeroporto può essere, come è giusto che sia, un importante elemento per lo sviluppo di questa area.
Quali sono per Lei i vantaggi di cui potrebbe giovare la città di Palermo da questo progetto?
L’intera Sicilia e l’intera area metropolitana di Palermo ha registrato un aumento straordinario delle presenze e dei collegamenti, vorrei ricordare come l’aeroporto abbia due facce, da una parte un’azienda che deve avere i conti in regola e deve produrre utili, dall’altra parte deve essere “una porta sul territorio”, quindi, credo che con questo misto di voli di linea low cost si stia raggiungendo un ottimo equilibrio.
LAURA CAVATORTA
Cosa significherà per i giovani, in termini di lavoro, questa nuova base Air One presso l’aeroporto “Falcone Borsellino” di Palermo? Ci sarà una selezione per far parte di questa nuova base?
Siamo in una fase di possibile transizione, quindi, in questo momento sfruttiamo quelle che sono le nostre attuali risorse, tuttavia per coloro i quali in futuro volessero lavorare con la nostra compagnia o a bordo o a terra, provvisti di un titolo universitario legato al turismo o all’ingegneria gestionale per esempio e soprattutto ottimi conoscitori delle lingue straniere, potranno rivolgersi all’ufficio risorse umane ed inviare il proprio curriculum.
Pensa sarà possibile oltre la meta ipotetica dell’Albania, incrementare ulteriormente le rotte tra Palermo ed altre capitali estere?
L’idea è proprio questa, ovvero quella di migrare il nostro posizionamento da un traffico prevalentemente domestico ad uno internazionale, quindi, manterremo attive le tratte domestiche nord/sud proprio per rispondere alle esigenze di mobilità di un’isola e di tutte quelle che sono le comunità siciliane in giro per l’Italia, senza però dimenticare il saper attrarre clienti e turisti dall’estero.
FABIO GIAMBRONE
Cosa significherà in termini di lavoro, di impianti, di infrastrutture di scalo questa nuova rotta per la Gesap?
La nuova base aerea conferma che l’aeroporto “Falcone Borsellino” è sulla strada giusta per un rilancio suo e della città di Palermo. Una strada di rilancio che passa per l’appunto dall’istituzione di nuove basi aeree, volte a posizionare l’aeroporto palermitano in una dimensione ancora più internazionale. Questa è la terza nuova base che verrà realizzata sotto la mia presidenza ed è la conferma di un incremento del volato, non soltanto dei passeggeri ma anche dei voli, recuperando così circa settecentomila passeggeri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*