Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno IX - Num. 45 - 21 aprile 2021

Anno II - Num. 07 - 10 luglio 2013 Cultura e spettacolo

A Taormina una trionfale stagione lirica 2013 diretta da Enrico Castiglione

di Redazione TrinacriaNews
         

Teatro-Antico-TaorminaTaormina (ME) – Con Pagliacci di R. Leoncavallo (14 Agosto 2013) si è conclusa la trionfale Stagione Lirica 2013 a Taormina diretta da Enrico Castiglione con numeri record e soprattutto con grandi consensi sia di pubblico che della critica più autorevole a livello nazionale.

Le due produzioni operistiche, Cavalleria Rusticana di P. Mascagni e Pagliacci di R. Leoncavallo firmate da Enrico Castiglione hanno definitivamente consacrato il Teatro Antico di Taormina quale culla dell’opera lirica in Sicilia e nel Sud Italia.

Grandissimi nomi hanno preso parte all’esaltante stagione taorminese: Daniela Dessì, soprano di fama mondiale, ha regalato al pubblico taorminese un avvenimento storico della sua carriera: il suo debutto nel ruolo mascagniano di Santuzza, evento che ha sicuramente accresciuto l’importanza della manifestazione lirica. Daniela Dessì è stata una Santuzza veramente mascagniana: grandi coloriti, voce piena e morbida, senza eccessi, grande pathos emotivo. Ad affiancare il soprano vi è stato Fabio Armiliato nel ruolo di Turiddu: voce sicura e spinta, morbida, elegante e soprattutto “verista”. Completavano il Cast: Giuseppina Piunti (Lola), Maria Josè Trullu (Lucia).

In Pagliacci protagonista assoluto è stato il Canio di Piero Giuliacci: un grande artista che ha incarnato,facendone proprio carne e musica,il personaggio leoncavalliano meritandosi numerose ovazioni e bis (concesso la sera del 14 nella celeberrima romanza Recitar… Vesti la giubba). Di rilievo anche la Nedda di Chiara Taigi, il Tonio di Giovanni Di Mare, l’Arlecchino di Giuseppe Distefano e il Silvio di Vincenzo Taormina dalla voce calda e appaddionante.

taormina lirica 2013Uniche e spettacolari le regie e le scenografie di Castiglione che hanno regalato agli spettatori uno spettacolo unico: scene di grande impatto emozionale; regia esaltante; un particolare cenno va fatta alla meravigliosa scena della Preghiera (“Inneggiamo al Signor”) in Cavalleria Rusticana arricchita dai meravigliosi costumi di Sonia Cammarata che riproducevano i disegni di antiche ceramiche siciliane e esaltata dalle possenti voci del perfetto Coro Lirico Siciliano, istruito da Francesco Costa.

Grandi applausi,ovazioni e richieste di bis hanno, quindi, contrassegnato questa Stagione 2013 a Taormina.

L’orchestra è stata diretta da Luis Fernando Mahleiro.

Ai due titoli operistici sono stati abbinati: Carmina Burana di C. Orff, che hanno decretato l’enorme successo del rinomato Coro Lirico Siciliano e dei solisti Alberto Munafò (controtenore, dalla perfetta emissione); Salvo Disalvo (baritono, di grande spessore) e Francesca Rubino (soprano dal timbro etereo) e le Verdi Ouvertures con protagonista l’Orchestra del Taormina Opera Festival e il Coro Lirico Siciliano che ha eseguito perfettamente il vibrante coro dal Nabucco “Va’ pensiero”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*