Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno VII - Num. 39 / 2019

Anno II - Num. 08 - 21 ottobre 2013 Politica e società

A Villa Malfitano, Palermo, la conferenza stampa “Politiche per l’agricoltura 2014-2020: La Regione incontra i Comuni della Sicilia”

Cartabellotta: “La Sicilia è una ma tante, occorre pertanto valorizzare le identità territoriali e sviluppare una collaborazione sinergica tra Regione e Comuni”

(All'interno videointervista all'assessore regionale alle Risorse Agricole e Alimentari Dario Cartabellotta)

di Vilma Maria Costa
         

Palermo – Si è tenuta a Villa Malfitano, Palermo, la conferenza stampa dal titolo “Politiche per l’agricoltura, lo sviluppo rurale e la pesca mediterranea 2014-2020: La Regione incontra I Comuni della Sicilia” nel corso della quale l’assessore regionale alle Risorse Agricole e Alimentari Dario Cartabellotta ha illustrato ai giornalisti presenti i provvedimenti in corso a sostegno dell’agricoltura e della pesca in Sicilia.

  • Approvazione del ddl voto, procedura prevista dall’art. 14 dello Statuto siciliano per quelle materie dove la competenza è nazionale, ma che, accogliendo l’esigenza dei territori, il Governo della Regione ha voluto approvare in quanto dispone in tema di impignorabilità di prima casa e beni mobili e immobili strumentali all’esercizio di imprese, arti e professioni e di riforma del sistema di riscossione. E’ stato introdotto il requisito che alle aste possano partecipare soltanto quei soggetti che abbiano qualità morali e di ordine pubblico per contrarre con la P.A. Ha detto l’assessore: Questo perché molte procure hanno evidenziato che partecipano a tali procedure soggetti che sono solo dediti a pratiche spregiudicate dirette a lucrare sulle difficoltà dei cittadini. Si vuole mettere un argine a tutto ciò.
  • Aiuti sul credito all’Agricoltura. La giunta il 6 dicembre ha varato il ddl che dà all’Irfis la possibilità di intervenire nel settore agricolo. Tipo di intervento: credito di conduzione che serve per l’acquisto di beni di produzione per l’agricoltura (semi, concimi, il prestito d’annata) e l’Irfis sarà il soggetto per le garanzie e il credito negli investimenti in agricoltura. Si è voluto riunire in un unico soggetto regionale l’organo che realizzerà l’istruttoria assieme all’assessorato all’Agricoltura per agevolare il credito in termini di garanzie di credito e fideiussorie.
  • Insediamento del gruppo di lavoro per la salvaguardia della produzione agroalimentare siciliana, ai sensi della normativa approvata lo scorso anno. Tutto ciò che riguarda la pirateria agroalimentare grazie all’accordo con l’agenzia delle dogane, con la repressione frodi, con i NAS e, soprattutto, con i Comuni sarà tenacemente perseguito.
  • Audizione in Senato sui problemi INPS e lavori in agricoltura. Le aziende sane in Sicilia chiedono la lotta al lavoro nero che crea concorrenza sleale. L’assessore, a tale proposito, ha chiesto l’attivazione del tavolo Inps-Stato-Regione e del riconoscimento dello IAP (Imprenditore Agricolo Professionale) e della multifunzionalità in agricoltura e, ha assicurato, c’è stato l’impegno su questo della Commissione Agricoltura del Senato.
  • E’ stato approvato a Bruxelles il piano di sviluppo rurale che sosterrà le politiche e la PAC (Politica Agricola Comune) che supporterà l’agricoltura con una logica di carattere produttivistico e che vuole portare aiuti agli agricoltori che vivono in campagna e da questa ne traggono un reddito, rivalutando il concetto di “agricoltore attivo”. La Regione fornirà risorse sia sulla parte dell’innovazione sia sul sostegno agro-ambientale. Cartabellotta: sono stati stanziati i primi 70 milioni di euro per la prima annualità dell’agricoltura biologica, abbiamo avuto una grande risposta, circa 10.000 aziende hanno partecipato, 7000 saranno finanziate.
  • Vendita diretta per l’eliminazione dell’intermediazione. Gli agricoltori vendono a prezzo basso e i consumatori acquistano a prezzo alto, la vendita diretta li avvicina. L’assessore si augura che entro il 2014 saranno attivi circa 100 mercati degli agricoltori in varie parti del territorio regionale e promossi dai Comuni con le organizzazioni agricole. Ha, inoltre, annunciato che è stato introdotto il tesserino dell’agricoltore a garanzia della vendita diretta.
  • Delibera di Giunta per introdurre la direttiva Born in Sicily per le mense pubbliche scolastiche, universitarie e ospedaliere. Se si riuscisse ad attuare questa direttiva le spese annue, che oggi ammontano a 250 milioni di euro, potrebbero essere a vantaggio degli imprenditori agricoli grazie all’introduzione dei loro prodotti siciliani.
  • Chiusura accordo quadro di filiera alimentare su cui sarà impostata tutta la prossima programmazione. Le aziende agroalimentari dovranno usare esclusivamente prodotti siciliani. Questo accordo sarà una sorta di certificato in collaborazione con le organizzazioni agricole e servirà a rivalutare e salvaguardare la qualità del prodotto siciliano e i costi di produzione.
  • Intervento per l’allargamento della banda larga nelle aree rurali anche interne. Il piano di sviluppo rurale, infatti, non prevede soltanto il finanziamento all’Agricoltura, ma la creazione di aree rurali con tutti gli strumenti adeguati ai tempi moderni.
  • Approvazione delle linee guide del partenariato europeo per l’innovazione. Lo stanziamento di 80 milioni di euro darà possibilità di lavoro soprattutto a giovani laureati. Assessore: L’UE ha capito che solo con il capitale fisico non si costruisce il futuro ma è necessario quello umano, di giovani laureati che possano impegnarsi nelle attività di innovazione e marketing, e l’internazionalizzazione delle nostre produzioni per crescere sui mercati.
  • E’ in corso la ristrutturazione e la riorganizzazione dell’Assessorato all’Agricoltura che vuole accorpare i servizi all’Agricoltura. Assessore: non si parlerà più di ispettorati, né di condotti, né di sezioni operative. Questa era una divisione dei tempi di Mussolini che partiva da un presupposto, quello di requisire i beni, operazione effettuata dagli ispettorati, e all’attività di consulenza agricola non potevano presentarsi le stesse persone perché altrimenti sarebbe sorto un conflitto di interesse. Verranno creati gli USA (Uffici Servizi Agricoltura) di livello provinciale e comunale che riuniranno tutte le funzioni di servizio all’agricoltura per tutto ciò che serve ai produttori agricoli.

Politiche per l'agricoltura 1L’assessore Cartbellotta ha parlato dell’importanza di una sintonia tra Regione e Comuni: Tutto ciò perché la politica agricola della Sicilia è una questione di Regione e di Comuni, e questi argomenti legati alla terra e al cibo più vengono portati avanti in maniera congiunta e più si otterranno risultati. E, a tal proposito, ha ricordato che lo strumento su cui ci si è basati è stato l’accordo dei Comuni Profeti in Patria che – ha detto – vuole essere il mezzo per ogni Comune che ha una identità territoriale, come diceva Gesualdo Bufalino, la Sicilia non è una ma sono tante, mischiata, cangiante e contraddittoria, dove la diversità diventa un punto di forza. Oggi, in un umanesimo di ritorno, il mondo si avvicina verso la cultura alimentare. Nel 330 a.C. circa c’era Archestrato di Gela che era l’Antonella Clerici, il Gambero Rosso di oggi, teneva i corsi di sommelier, di assaggio oli e vini, andava a Siracusa a spiegare ai popoli del Mediterraneo come si gustavano i prodotti. Questa diversità e questo elemento della cultura alimentare potranno essere la nostra forza e quando ci sarà Expo 2015 tutto il mondo verrà qui e potrà vedere non solo cultura, ma anche tutte le produzioni ci cui ogni Sindaco si farà profeta in patria e diventare protagonista.

Politiche per l'agricoltura 3

E ha terminato con un invito ai Sindaci siciliani: Chiedo ai Sindaci, e poi lo sottoscriveremo sottoforma di accordo, un impegno forte perché in queste politiche di intesa tra Regione e Comuni n

oi possiamo unire tutto il sistema di agricoltura e alimentazione in Sicilia. Vogliamo anche rivalutare la pesca e il pescato e tutti i mercati del pesce. Dobbiamo introdurre una nuova visione e un nuovo modo di pensare. Ha ricordato, inoltre, che per il giorno 19 dicembre è stata convocata la prima Conferenza regionale della Pesca mediterranea. E anche per la pesca l’assessore ritiene che sia necessario rafforzare la filiera corta e rivalutare le borgate marinare che sono l’emblema dell’eccezionalità della Sicilia.

Ha concluso la conferenza stampa Piero Gurrieri, assessore alla Trasparenza al Comune di Vittoria che è stato uno dei promotori sul territorio del ddl sulla impignorabilità. L’assessore Gurrieri ha parlato del ddl, della sua importanza e opportunità dati i tempi di crisi che sta attraversando il settore imprenditoriale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*