Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno VII - Num. 39 / 2019

Anno II - Num. 08 - 21 ottobre 2013 Politica e società

Villa d’Orleans sarà gestita direttamente dalla Presidenza della Regione

di Redazione TrinacriaNews
         

Villa d'Orleans gestita da Presidenza Regione 1Palermo – La legge finanziaria dell’anno 2013 ha definitivamente sancito la gestione diretta del Parco d’Orleans, evidenziando il chiaro obiettivo di una nuova e diretta gestione volta a valorizzare le risorse e le professionalità dell’Amministrazione e garantire la tutela della fauna ospitata.

Più precisamente la legge regionale ha sancito una gestione della Presidenza con “personale, mezzi e strumenti della Regione o tramite enti sottoposti a controllo e vigilanza della stessa o tramite convenzioni con istituti pubblici”.

Invero, con sentenza del Tribunale di Palermo, Sezione Civile, già dall’Ottobre 2004 era stato ordinato alla ditta Lauricella di rilasciare le aree e le strutture del Parco faunistico di Villa d’Orleans, poiché dalla stessa occupate “sine titulo”.

Avverso i ricorsi presentati dalla ditta, prima il TAR e poi il CGA hanno concordato con le posizioni assunte dalla Regione.

Va evidenziato che la spesa sostenuta dalla Regione Siciliana solo dal 2002 ad oggi, quale contributo erogato alla ditta Lauricella, ammonta a ben oltre 4 milioni di euro.

Non va neanche sottaciuto il costo dei calendari contenenti le immagini degli esemplari della Villa d’Orleans per la cui realizzazione la ditta Lauricella ha percepito dalla Regione solo negli ultimi 3 anni € 11.547,10.

Dal 1956, data di costituzione del Parco, le somme erogate alla ditta Lauricella sono sicuramente considerevoli e di gran lunga superiori a quelle che la Regione avrebbe potuto impiegare per acquistare e mantenere la fauna presente nel Parco.

E’ stata necessaria una legge del Parlamento siciliano per sancire questa ovvietà.

Per la gestione diretta del Parco, secondo le procedure indicate nella legge sopra richiamata, è stata sottoscritta una apposita Convenzione tra la Presidenza della Regione, il Dipartimento Regionale degli Interventi Strutturali per l’Agricoltura, l’Istituto Zooprofilattico della Sicilia, l’Istituto Zootecnico della Sicilia e l’Azienda Foreste Demaniali con la quale sono stati individuati e disciplinati i compiti ed i contributi di ciascuno dei soggetti sottoscrittori.

Villa d'Orleans gestita da Presidenza Regione 3

E’ stata stipulata specifica convenzione con il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e Farmaceutiche dell’Università degli Studi di Palermo, diretto dal prof. Giovanni Spinelli, al fine di garantire il supporto scientifico nella gestione del parco.

Anche l’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia ha aderito al progetto di nuova gestione, manifestando il proprio interesse al coinvolgimento degli studenti per future iniziative didattiche e di ricerca.

Da ultimo, il Direttore scientifico e zoologico della Fondazione Bioparco di Roma (struttura di rilievo internazionale), Fulvio Fraticelli, ha manifestato ampia disponibilità a fornire la collaborazione dell’Istituto da lui diretto.

La responsabilità della gestione della struttura è stata attribuita al dott. Antonio Console, Direttore dell’Istituto Zootecnico per la Sicilia, mentre quale Medico Veterinario del Parco faunistico è stato nominato il dott. Santo Caracappa, Direttore del Dipartimento Sanità Territoriale dell’Istituto Zooprofilattico della Sicilia, alte professionalità entrambe dell’Amministrazione regionale e, pertanto, senza costi aggiuntivi per la Regione.

La manutenzione del verde del Parco è affidata agli operai specializzati dell’Azienda delle Foreste.

In merito alla proprietà, soltanto nell’aprile 2013 la ditta Lauricella, dopo innumerevoli solleciti, ha esibito talune fatture recenti di acquisto di animali per un ammontare di circa 70.000 euro comprensivo del valore di oltre 600 pesci rossi.

Villa d'Orleans gestita da Presidenza Regione 4Pertanto, se la Regione siciliana volesse incrementare la fauna del Parco con l’acquisto di analoga varietà di esemplari spenderebbe una cifra irrisoria (le fatture prodotte dalla Ditta sono eloquenti) rispetto alle diverse decine di milioni di euro erogati dal 1956 sino ad oggi. Peraltro, il Parco ospita 141 animali di proprietà della Regione ed oltre 70 esemplari di specie protetta affidati alla struttura in custodia giudiziale.

La ditta potrebbe, nell’interesse della fauna, della comunità scientifica e della cittadinanza anche decidere di affidare gli animali alla Regione siciliana, tenuto conto che la stessa ditta occupa, senza averne alcun titolo, un sito presidenziale da data quasi immemorabile. Il Parco è un’istituzione della Regione siciliana e ad essa compete la cura di quella fauna e di quel giardino che costituiscono un unicum che negli anni è divenuto patrimonio della comunità siciliana.

Un patrimonio a cui la Regione non intende rinunciare e per il quale si è già impegnata affinché questa realtà, scevra da ogni forma di mercificazione, costituisca simbolo di un nuovo “modus operandi”.

In ogni caso è intendimento della Regione Siciliana, qualora il rag. Lauricella intenda portarli via, di rimpiazzare con un importo presuntivo di € 40.000 gli esemplari che il rag. Lauricella intende sottrarre a Parco d’Orleans. Si precisa, inoltre, che la ditta Lauricella, come era scontato che avvenisse, per la parte residuale della passata gestione (per intenderci ante l.r. n.9/2013) ha già ricevuto la somma di € 61.500.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*