Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno IX - Num. 46 - 02 ottobre 2021

Anno III - Num. 17 - 06 giugno 2015 Sport

VII edizione Slalom Città di Castelbuono

Slalom valido per Trofeo Centro/Sud, per Coppa ACI-Sport 6a zona e per Campionato Siciliano

di Rosario Lo Cicero
         

guzzetta URL IMMAGINE SOCIAL

Castelbuono (PA) – E’ stato un successo di pubblico e partecipanti ed una vera soddisfazione per l’Amministrazione Comunale, la VII^ edizione dello Slalom Città di Castelbuono, valido per il Trofeo Centro/Sud, per la Coppa ACI-Sport 6^ zona e per il Campionato Siciliano, svoltosi la scorsa domenica nel Centro madonita. Impeccabile, l’organizzazione del Team Palikè di Palermo, presieduto da Nicola Cirrito che ha riscosso il plauso del Sindaco Antonio Tumminello, nell’occasione rappresentato dall’Assessore allo Sport Gian Clelia Cucco che è stata presente ad ogni fase della manifestazione,dalle verifiche del sabato alla gara della domenica, sino alla premiazione.

Le verifiche tecnico-sportive e la premiazione, a causa dei lavori in corso a Piazza Castello, consueta sede dei due importanti momenti, sono state spostate nella centrale Piazza Margherita. Questo spostamento, è risultato un vero toccasana per i Commercianti della zona, alcuni dei quali hanno offerto degustazioni dei loro prodotti. Sin dal venerdì precedente la gara, le strutture ricettive della zona, hanno fatto registrare il tutto esaurito.

A dirigere la gara l’esperto Lucio Bonasera che ha dato la partenza ai 79 piloti, suddivisi nei vari gruppi di appartenenza, i quali hanno superato le verifiche sovrintese dal Commissario Tecnico Nazionale Nino Bruno. il Team Palikè ed il Motor Sport Club di Castelbuono che lo ha affiancato, hanno prestato parecchia attenzione alla sicurezza, sia del pubblico che dei piloti, tanto che sono stati dislocati sul percorso, diversi mezzi di soccorso ed antincendio. Allertato, inoltre, il vicino ospedale di Cefalù. Il numero dei Commissari di percorso, era infine, ben superiore a quello richiesto dall’ACI-Sport. Tra questi, è doveroso citarli, hanno spiccato gli uomini del Club “Ciccio La Delfa” di Palermo che hanno mostrato tutta la loro professionalità, tanto da saper ordinare, nonostante gli angusti spazi della zona partenza, l’allineamento delle auto. Da citare, a nostro avviso, la locale Stazione Carabinieri, i cuoi uomini hanno dato una considerevole mano, volta alla buona riuscita dell’evento. Impeccabile quindi, il servizio degli uomini comandati dal Mar. Alessandro Manda, i quali hanno vigilato sul rispetto delle Ordinanze Sindacali.

La gara ha vissuto sul duello tra la Formula Ghipard – Suzuki del busetano Giuseppe Castiglione e la Radical SR4 – Suzuki del concittadino Giuseppe Gulotta (Jonia Corse): una sfida di alta valenza sportiva, che quest’anno, sta calamitando l’attenzione degli addetti ai lavori e dei tanti appassionati che seguono le vicende del Campionato Siciliano Slalom. Ha prevalso, a conclusione delle tre manche, per pochi decimi, Giuseppe Castiglione, forte, della sua riconosciuta bravura, ma anche dell’agilità della piccola, scattante ed intramontabile monoposto, casualmente avvantaggiata, rispetto alla Radical di Gulotta, da alcune chicane inserite sul tracciato, sede dell’evento. Terzo posto per l’infaticabile Nicolò Incammisa (Catania Corse) che, alla guida della sua Radical SR4 – Suzuki, è riuscito a salire sul gradino più basso del podio, benché staccato di oltre 8” dal vincitore. Quarto posto per l’altra Racidal SR4 – Suzuki di Vincenzo Pellegrino (Catania Corse) ed ottimo quinto posto per la Speads RM 08 – Suzuki dell’alcamese Dino Blunda (Festina lente Racing). Al sesto posto dalla classifica e primo tra le P2, il bravo Girolamo Ingardia (Catania Corse), alla guida della fida Fiat Cinquecento – Suzuki. Da notare quindi, come i motori giapponesi delle Suzuki, di derivazione motociclistica, abbiano attualmente, una sorta di monopolio negli slalom Isolani. Tra i cinque castelbuonesi presenti in gara, Rosario Prestianni (Armanno Corse), al volante della sua VST Kawasaki è risultato il migliore con il suo settimo posto. Ottavo posto assoluto e vittoria nel Gruppo Speciale, per la Peugeot 205 di Sebastiano Cusumano (Catania Corse) e splendido nono posto assoluto e vittoria tra le Gruppo A, per la Peugeot 106 R di Angelo Guzzetta (Puntese Corse). Una nota di merito,va sicuramente a Giuseppe Raineri (Armanno Corse), inopinatamente e probabilmente ingiustamente escluso, a causa di una per noi discutibile decisione del Commissario Tecnico Nazionale dell’ACI-Sport presente alle verifiche del II° Slalom Terme di Sciacca, svoltosi lo scorso 21 giugno. Il Pilota non si è dato per vinto e si è ripresentato al via della manifestazione castelbuonese, alla guida della sua Fiat 127, conducendola, dopo le tre tirate manche, al decimo posto assoluto della classifica generale ed al secondo del Gruppo Speciale. In gara anche la Scuderia monrealese Festina lente Racing, presentatasi al via con otto piloti: nella classe RS1, vittoria per il presidente del Sodalizio Rosario Lo Cicero che coglie, oltretutto, punti preziosi nella Coppa ACI Sport 6^ zona del Gruppo Racing Start. Tra le storiche, la WV Golf GTI di Giuseppe Di Salvo, ha pagato alcune difficoltà poiché la vettura è assettata per le cronoscalate e non per gli slalom. In N3, classe monopolizzata dalla Peugeot 106 del saccense Ignazio Bonavires (Catania Corse), quinto posto per la Peugeot 106R di Giuseppe Adragna e 7° posto per l’altra identica vettura, affidata a Giuseppe Russo. 8° posto, in classe A3, per la Citroen Saxo VTS di Angelo Randazzo. Dino Blunda, come sopra scritto, ha invece concluso con un onorevole 5° assoluto e con la vittoria nella classe E2M3. Agostino Bonsignore che già aveva spopolto nello Slalom di Sciacca, isi è ripetuto anche a Castelbuono e così, al volante della A112 Abarth-Margareci, ha vinto la classe S2, infliggendo oltre 21” all’altra A112 Abarth di Vito Fragiglio e più di 28” all’identica vettura pilotata da Vincenzo Puccia. Come se non bastasse, per Agostino, è giunto anche uno splendido 19° posto assoluto. La “Festina lente Racing” di Monreale, agguanta un meritato quarto posto nella classifica riservata ai Sodalizi, preceduta dalla “Armanno Corse”, salita sul gradino più basso del podio, dalla “Puntese Corse”, seconda classificata e dalla vittoriosa “Catania Corse”, la cui coppa è stata ritirata dall’onnipresente DS Angelo Basile.

Momento di sentita commozione, a fine gara, allorquando, in memoria dell’ex pilota ed istruttore di navigatori-rally Salvo Chiofalo, recentemente scomparso a causa di un terribile incidente stradale, l’ex allievo-navigatore, Emanuele Richiusa ha assegnato ad Angelo Gazzetta (Puntese Corse), un trofeo da lui stesso messo in palio.

I prossimi appuntamenti del Campionato Siciliano Slalom, saranno ora il XXIII° Slalom Città di Misilmeri, in programma il prossimo 19 luglio ed il II° Slalom Città di Belmonte Mezzagno, in programma per il 26 luglio: continuerà la sfida entusiasmante tra la Formula Ghipard di Giuseppe Castiglione e la Radical SR4 di Giuseppe Gulotta? Siamo convinti di si e crediamo fermamente che la battaglia sportiva, si protrarrà sino all’ultima delle manifestazioni inserite nel calendario Slalom 2015.

foto di Claudia Scavone  
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*