Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno VIII - Num. 40 - 13 gennaio 2020

Anno I - Num. 01 - 18 aprile 2012 Cultura e spettacolo

Un talento dell’arte contemporanea: il Maestro Arrigo Musti

Grande evento del Maestro Arrigo Musti a maggio prossimo, Mostra Personale "ANONIMI NAMELESS" a MONTECITORIO - Roma

(Intervista video sulla home e all'interno dell'articolo)

di Vilma Maria Costa
         

Bagheria (PA) – Siamo stati accolti calorosamente dal Maestro Arrigo Musti nel suo Atelier, una location arredata con gusto e resa un luogo d’arte grazie alle sue opere che riempiono di colore le stanze. Opere di grandi dimensioni che sembrano degli affreschi che emergono dalle pareti e così materiche e con giochi di chiaro scuro tra le diverse tonalità di colore che danno un’idea di tridimensionalità e, nel contempo, fanno scorgere una passione sempre viva, mai sopita in Musti per la scultura.

Dirty Rain 1
Dirty Rain 1

 

Infamous Rain 4
Infamous Rain 4
 

Non potrete mai immaginare come sono arrivata a conoscere il Maestro Musti! Tutto è cominciato con la mia visita al Museo Guttuso di Villa Cattolica a Bagheria. Il Maestro ha donato una sua opera al Museo, Dirty Rain 1, un olio su tela di 2 metri per 3, che raffigura il volto di una ragazza africana appartenente sicuramente, da come è ornata, a qualche rango elevato di una tribù, ma il suo sguardo inesistente e il suo sorriso rotto ci fanno intuire una tristezza di fondo, una giovinezza spezzata, una mancanza di voglia di vivere e solo un desiderio, quello di lasciarsi vivere. La pioggia di colore che pervade la tela, in maniera non invadente, evidenzia questa sensazione di tristezza, come se rappresentasse un pianto corale e trasmette un senso di disfacimento, come se tendesse a dissolvere lentamente l’esistenza della figura umana.

Ebbene, rimasi totalmente affascinata da quella esperienza e uscendo manifestai queste mie sensazioni alle persone che lavorano al museo chiedendo notizie dell’autore e con mio sommo piacere seppi che si trattava di un genio della nostra terra di Sicilia e che è di Bagheria, città di tantissimi talenti.

Una persona geniale, Musti, che sprigiona cultura e sensibilità da tutti i pori. Il suo interesse per gli individui più infelici e dimenticati della terra lo rende davvero speciale! Molte delle sue opere nascono dal desiderio di esprimere i suoi principi etici e morali e lanciano un grido di denuncia contro le violenze e i soprusi verso i più indifesi. Ciò è ben ravvisabile nell’opera Infamous Rain 4 (opera che fa da sfondo alla nostra intervista video) dove sul volto di una giovane donna del Bangladesh il colore gettato sopra, come una pioggia di acido solforico, evidenzia il disfacimento progressivo della bellezza della ragazza che inevitabilmente la porterà a una totale trasformazione e allo spegnimento del suo sorriso verso un tiratissimo ghigno. Qui, infatti, Musti desidera far conoscere come ancora esistano paesi dove la donna non può permettersi di non rispettare una promessa di matrimonio perchéaltrimenti rischia di vedersi deturpare e di essere condannata a un isolamento a vita, distrutta da un senso di colpa indotto dall’ignoranza e dalla prevaricazione.

L'Atelier del Maestro Musti
L’Atelier del Maestro Musti

 

Sopra trovate la mia intervista video al Maestro Arrigo Musti per farvelo conoscere meglio e informarvi sulla sua prossima mostra personale Anonimi Nameless che si terrà dal 16 al 23 maggio 2012 presso le sale di Montecitorio a Roma. Abbiamo avuto l’opportunità imprevista alla fine dell’intervista di conoscere in atelier il promotore della mostra, il Prof. Nicolò Mannino, Presidente Centro Studi Culturale Parlamento della legalità, e non ci siamo lasciati sfuggire l’occasione di inserirlo nel servizio video per chiedergli cosa lo ha spinto a promuovere la mostra personale del Maestro Musti.

Il Prof. Mannino è una persona che fa della legalità il suo scopo di vita e considera la cultura un grande mezzo per migliorare la società.

 

 

Note biografiche

Il Maestro MustiNato a Palermo il 15 settembre 1969.
Avvocato e professore di diritto presso gli istituti superiori.
Dopo una breve e giovanile esperienza scultorea, all’età di 33 anni, decide di dedicarsi da autodidatta, le tecniche artistiche e l’anatomia umana.
Lascia, quindi, la professione di avvocato per dedicarsi a tempo pieno alla pittura e si interessa, inoltre, alla realizzazione di cortometraggi
Nel 2007 riceve l’incarico di consulenza alle arti, dalla Città di Bagheria.
Nel 2008, in occasione di una mostra di opere di artisti internazionali a sfondo benefico per la British Red Cross, Christie’s pone all’asta due sue grandi opere della serie: “Oil and blood rain”. Mr. Serge Brammertz (Procuratore capo presso il Tribunale per la ex Jugoslavia della Corte Internazionale dell’Aia) le acquista qualche tempo dopo, per conto delle Nazioni Unite per esporle, permanentemente, presso il Tribunale per i crimini contro l’umanità.
Nel 2009 lo Storico dell’arte Maurizio Calvesi e la moglie Augusta Monferini, presentano il catalogo per una mostra personale a Dayton, in occasione del XIV anniversario dei Dayton Peace Accords: Rain (Wright State University Core Library – Ohio- United States).
Viene invitato a partecipare a svariate mostre personali e collettive in Italia, Francia, Olanda, Inghilterra e Stati Uniti.
Diverse sue opere di grandi dimensioni sono presenti in spazi aperti al pubblico come i seguenti: Corte Speciale per la Sierra Leone (SCSL-Nazioni Unite), percorso d’arte moderna e contemporanea di Palazzo Comitini (Palermo), Museo Guttuso di Bagheria, Consolato Generale del Regno del Marocco di Palermo, Palazzo di Giustizia di Palermo.
Le sue opere fanno parte anche di prestigiose collezioni private (Roma, – C. Bilotti, New York – L. Gagosian, donazione privata).

Esposizioni

  • 2011 Trapani, Fondazione Orestiadi di Gibellina
  • 2011 Biennale di Venezia – Padiglione Italia
  • 2010 L’Aja (Olanda), Tribunale penale per i crimini di guerra ICTY
  • 2009 Aliier (Francia) – XIV Salon Des Arts, Le Montet
  • 2009 Freeetown (Sierra Leone) SCSL Special Court for Sierra Leon
  • 2009 Chicago (Illinois), Municipio
  • 2009 Ohio Usa, Dayton International peace Museum
  • 2008 L’Aja (Olanda), Nuts Huis, dal titolo Red Cross Summer exhibitions .
  • 2008 Londra, Mostra con asta di beneficienza curata da Chrustie’s, Partnership Istituto Italiano Cultura ad Amsterdam
  • 2008 Palermo, Personale “Oil and blood rain” presso il Consolato Generale Regno del Marocco
© RIPRODUZIONE RISERVATA
  1. Francesca Tarantino

    E’ un’intervista molto interessante, ben condotta, che mi ha permesso di conoscere un grande artista.

    Rispondi

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*