Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno V - Num. 29 / 2017

Anno I - Num. 04 - 05 dicembre 2012 Poesie

U Furastiri

(Traduzione a lato)

di Pietro Ciccarelli
         
Il viaggiatore
Il Forestiero

Meglio che rimanevi là. Non capisci che de da oro in poi sarai sempre uno che viene da fuori? Hai lasciato per sempre l’animo là, Pietrù. Dove?

Dove, le cornacchie non hanno pace. Dove, la collinetta è colata a picco. Dove, la tramontana in agosto ti scompigliava i capelli. Dove, gli alberi sovraccariche ti guardava contenti. Dove, raccoglievi ancora le susine ancora verdi. Dove, il Castello ti faceva l’occhietto.

Ti hanno visto crescere e allevato. L’acqua del pozzo appendeva contento il tuo secchio e i tuoi oh oh oh sembravano risponderti: non te ne andare. Cosa stai a fare a Palermo? Sempre disperato a pensare: alla puzza del pollaio, i morsi dei moscerini, il prurito delle polvere (delle fave secche) del frumento (ancora nell’aia) , della veccia. Che hai combinato Pietrù?

Migliu ca tinni stavi drà
U capisci, ca d’ora
Si sempri unu di fora?
Lassasti l’anima drà, Pitrù
Unni?
Unni li ciauli u hannu risittu
Unni a giglia calò a pinninu
Unni la tramontana d’austu
Ti sgrammigliava i capiddi
Unni l’albiri di minnuli
minchinuti
Ti taliavanu cuntenti
Unni cuglivi i pruna virdi
Unni u Castuddu ti scacciava
l’ucchiu
Ti vittiru criscriri e t’addivaru
L’acqua du puzzi
T’aspittava cuntenti u to catu
i to oh oh oh
Paririvanu diriti: un ti ni iri.
Chiffà cca a Palermu?
Dispiratu a pinzare
U fiutu du gaddinaru,
I pungigluna di muschitti
A mangiasciumi du pruvulazzu
di favi, du frumintu, da veccia
Chi facisti, Pitrù?

 

 

P. S. Ho preferito fare la traduzione in prosa per non rovinare l’afflato e la musicalità dei versi. Le poesie in qualunque lingua ( e il dialetto è una lingua) non vanno tradotte. E’ impossibile trasformare il senso profondo e i mille significati che la singola parola sovraintende.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*