Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno VIII - Num. 42 - 7 giugno 2020

Anno III - Num. 15 - 24 gennaio 2015 Politica e società

Sammarco (uilca) : Si aggrava la crisi di Riscossione Sicilia

Per Sammarco e Pellegrino Uilca, l'unica soluzione praticabile è quella di affidare in concessione ad Equitalia la riscossione delle imposte in Sicilia

di Redazione TrinacriaNews
         

gino-sammarco URL IMMAGINE SOCIALIn seconda commissione all’Ars si è trattato del caso Riscossione Sicilia, ma l’assessore Baccei e il neo presidente Fiumefreddo, con motivazioni diverse, erano assenti.

Lo comunica Gino Sammarco segretario regionale della Uilca che aggiunge:

A prescindere dalle gravi assenze che confermano la mancanza di proposte da parte di questo governo, e dalla inadeguatezza dei burocrati che lo affiancano, si registra che non è stato affrontato nessun problema di Riscossione Sicilia né iniziative da intraprendere per risolvere la crisi di liquidità che ha origini lontane.

Per Sammarco e Pellegrino della Uilca, l’unica soluzione praticabile è quella di affidare in concessione ad Equitalia la riscossione delle imposte in Sicilia, posto che lo Statuto della Regione assegna alla stessa la responsabilità della riscossione dei tributi. Questo percorso deve essere preceduto da un immediato innesto di risorse finanziarie indispensabile per la sopravvivenza della Società.

Lo strumento della concessione consentirebbe di non derogare allo Statuto e di realizzare anche in Sicilia l’obbligo costituzionale che prevede equità fra tutte le Regioni nella riscossione delle imposte, permettendo anche una gestione moderna, informatizzata ed economicamente più competitiva, offrendo una maggiore formazione ed adeguamento alle nuove realtà del già ottimo personale di Riscossione Sicilia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*