Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno X - Num. 50 - 24 ottobre 2022

Anno IX - Num. 46 - 02 ottobre 2021 Politica e società

Riqualificato, d’intesa con ARS, Giardino della Memoria della Caserma Lungaro a Palermo

di Vilma Maria Costa
         

Palermo – Ieri mattina è stato riqualificato e, quindi, valorizzato alla Caserma Lungaro il Giardino della Memoria dedicato agli agenti delle scorte caduti nelle stragi del ’92. Grazie al contributo dell’Assemblea della Regione Siciliana, infatti, tutto il giardino antistante la teca con la storica “Quarto Savona 15”, la macchina della scorta del Giudice Falcone, è stato piantumato, rizollato ed è stato, inoltre, realizzato un sistema di irrigazione sotterraneo che consentirà alla vegetazione di rimanere sempre curata e viva.

Vegetazione viva! Come vivi saranno sempre il ricordo e la memoria di tutti gli agenti della Polizia di Stato che hanno perso la vita nel compimento del loro dovere.

Presenti all’evento il Presidente dell’ARS on.le Gianfranco Miccichè, il Questore di Palermo dott. Leopoldo Laricchia, il Prefetto di Palermo dott. Giuseppe Forlani, Alti Rappresentanti delle FF.OO., Carabinieri, Finanza, Esercito territoriali, l’on.le Gaetano Armao in rappresentanza del Presidente della Regione, il Vice Sindaco di Palermo Fabio Giambrone e altre Autorità Civili e Militari. Presente, inoltre, una folta rappresentanza ANPS – Associazione Nazionale Polizia di Stato sez. Palermo e dei suoi Volontari.

Ha concluso l’evento l’Assistente Spirituale della Questura di Palermo Don Massimiliano Purpura che ha elogiato il lavoro di tutti gli agenti della Polizia di Stato sempre impegnati nella lotta contro la criminalità, ma ha anche detto che è necessario puntare sui giovani, che sono il nostro futuro, e soltanto con un cambiamento culturale si potrà sconfiggere il male che affligge la nostra società.

Interviste ai nostri microfoni

Tina Montinaro – tra le promotrici dell’associazione vittime di mafia, che da molti anni gira l’Italia per parlare del sacrificio di suo marito (Antonio Montinaro tra le vittime della  scorta del Giudice Falcone), e della necessità della lotta alla mafia

Cosa significa per Tina Montinaro questo Giardino della memoria

Ha una importanza enorme, un giardino fortemente voluto da tutti noi della Polizia e adesso grazie al Questore Laricchia molto più curato e questo dà maggiore valore ai ragazzi del Quarto Savona 15 e alla sua teca

Quanto è importante la memoria da continuare e rivivere?

E’ molto più che importante. Perché la memoria appartiene a tutti quanti noi e fa parte della nostra vita e sapere cosa sia successo nella nostra Città, nel nostro Paese affinché determinate cose non accadano più. E noi ci rivolgiamo ai giovani perché sappiamo che i giovani sono il nostro futuro e io vorrei l’impegno dei genitori dei nostri ragazzi perché devono essere loro con i propri figli.

Gianfranco Miccichè – Presidente Assemblea Regionale Siciliana

Presidente una sua riflessione sul Giardino della Memoria

Quando venni qui per l’inaugurazione notai che il prato era inesistente e allora d’accordo con il Questore ho coinvolto per la realizzazione del prato una società che cura il Giardino Reale che per diversi giorni si è dedicata volontariamente alla sua realizzazione

Quanto considera importante la memoria per combattere la criminalità organizzata?

Ha una importanza enorme! E anche l’allestimento del prato riveste la sua importanza perché ricordare eventi molto tragici in posti belli aiuta a ricordare meglio. Ecco perché lo abbiamo fortemente voluto!

Leopoldo Laricchia Questore di Palermo

Cosa rappresenta questo Giardino della Memoria per la Questura di Palermo

Questo è un luogo della memoria che è diventato da solo luogo della memoria. Sono quei luoghi che piano piano diventano luoghi della memoria, perché la comunità li elegge a luoghi della memoria. E questo è il luogo dove Quarto Savona 15 quando non è in giro per l’Italia riposa. Abbiamo ricostruito il pezzo di autostrada che rappresenta il luogo della strage e poi intorno è nato questo giardino che fino al 23 maggio scorso, occasione in cui abbiamo avuto l’onore di avere il Capo dello Stato, era brullo e grazie all’ARS e al Presidente Miccichè è degno di rappresentare il luogo della memoria.

Questo luogo sta diventando un luogo di aggregazione che va oltre la strage di Capaci, ma per tutta la storia della polizia di Stato e di questa Città.

Raffaele Palma – Presidente ANPS sez. Palermo

Presidente quale rilievo riveste secondo Lei questo luogo oggi valorizzato?

Il Giardino della Memoria, oggi giustamente reso più adeguato ad ospitare Quarto Savona 15, riveste un rilievo significativo poiché il giardino, non solo ospita la teca con il ricordo terribile della strage di Capaci, ma soprattutto rievoca tutti i nostri Martiri uccisi dalla criminalità mafiosa e costituisce l’emblema della legalità e dell’affermazione del valore forte della giustizia.

foto di Andrea Di Chiara  
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*