Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno X - Num. 49 - 23 giugno 2022

Anno IV - Num. 22 - 04 maggio 2016 Cultura e spettacolo

Alla “REAL FONDERIA ORETEA” Personale fotografica di ANNA MARIA LUCIA curata da Vincenzo Cucco

di Redazione TrinacriaNews
         

3.Vincenzo Cucco,Anna Maria Lucia URL IMMAGINE SOCIAL“Un viaggio alla scoperta di tradizioni e di culture, alla ricerca dell’essenza di un luogo, ovvero dei vicoli, dei quartieri della città e degli usi e costumi che hanno fatto  conoscere l’anima più intima di Palermo attraverso le immagini della Vucciria, Capo, Ballarò, Borgo Vecchio,  presenti sin dalla dominazione araba”… è l’esperienza vissuta dal numeroso pubblico in occasione dell’inaugurazione della personale fotografica di Anna Maria Lucia alla “Real Fonderia Oretea a Palermo curata da Vincenzo Cucco.

A presentarla lo stesso Vincenzo Cucco con il Foto/Giornalista Nino Giaramidaro ed il Presidente Regionale della U.I.F. Nino Giordano.

Presenti in sala e graditi ospiti i grandi maestri della fotografia Enzo Brai e Melo Minnella, i giornalisti Chiara Fici, Andrea Di Napoli, Antonio Schiera, il presidente dell’Associazione Culturale Castello di Maredolce prof. Domenico Ortolano ed il TGS telegionale di Sicilia.

Anna Maria Lucia, autrice delle quaranta immagini esposte, ha effettuato un accurato lavoro di osservazione, attraversando in vari momenti della giornata il groviglio di strade, stradine, vicoli, alla ricerca della giusta luce, di angoli particolari e soprattutto del suggestivo fascino esercitato dalla vendita, che potesse essere fissato in uno scatto.

Filo conduttore comune le bancarelle, simili a tappeti che si snodano ai lati delle strade lasciando uno stretto corridoio centrale per gli acquirenti e la sensazione degli odori dei prodotti alimentari dalle più svariate tipologie legate alle produzioni naturali e stagionali, fra cui emerge l’intenso profumo del mare con il pesce poggiato su letti di ghiaccio tritato.

Vincenzo Cucco ha concluso il suo intervento con riferimenti alle varie fotografie esposte evidenziando particolarmente quella che a suo giudizio ritiene essere  la più interessante sotto tutti i punti di vista e che ha tenuto ad evidenziare anche nell’allestimento.

L’immagine ritrae una delle poche bancarella del mercato della Vucciria, che ci mostra  una serie di cassette ricolme di frutta che lascia intravedere sullo sfondo in esposizione degli ortaggi.

Una vista carica di nostalgia:

  • per la  scomparsa di quello che fino a circa venti anni fa era il criterio tradizionale della esposizione, non esiste più il ripiano della balata;
  • per la tipologia della esposizione che si estende per circa tre quarti della strada lasciando transitabile solo con un corridoio la parte opposta, ciò perché non c’è più la necessità di condividere l’ampiezza della strada con la bancarella frontista e di conseguenza la presenza dell’esiguo corridoio centrale;

e di tristezza nel vedere tante saracinesche abbassate, gli edifici intelaiati con dei ponteggi per mettere in sicurezza il passante ed il silenzio che regna sovrano.

L’obbiettivo di Anna Maria Lucia era quello di mettere i visitatori nella condizione di ritrovarsi in uno spazio capace di ricreare l’atmosfera del mercato e gli interventi di Cucco, Giaramidaro e Giordano  sono confluiti nel riconoscere alla fotografa la capacità di essere

riuscita a ricreare nella sua fotografia il luogo ideale per un autentico tuffo nel passato e nelle tradizioni più antiche del popolo palermitano.

La mostra sarà fruibile fino al 6 maggio dalle ore 9 alle ore 13 / dalle 15 alle 19.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*