Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno VI - Num. 34 / 2018

Anno VI - Num. 33 - 15 giugno 2018 Politica e società

Proposta di un nostro lettore al Governo Regionale per agevolare i pensionati italiani in Sicilia

di Redazione TrinacriaNews
         

Arrivata in redazione una lettera con una interessante proposta di un nostro lettore, dott. Vincenzo Randazzo, inviata all’ex Governatore della Regione Sicilia Rosario Crocetta alla quale, però, non ha mai avuto alcun riscontro.

La pubblichiamo perché pensiamo che sia assolutamente degna di risposta dal nuovo Governo regionale in quanto la materia è molto attuale e sentita da tutti i pensionati italiani che sono troppo vessati dalle tasse applicate sulla loro pensione e che si vedono sempre più ridotto il loro potere di acquisto e che, inoltre, spesso, sono quelli che devono ancora aiutare economicamente i prorpi figli.

Ecco la missiva inviata due anni fa all’ex Presidente Crocetta

Vincenzo Randazzo

Via Archimede,40

00197      Roma

On.le Signore ROSARIO  CROCETTA

Presidente della Regione Siciliana

Piazza  Indipendenza,  41

90129      PALERMO

Oggetto: Agevolazione Irpef Pensionati

Gentile Signor Presidente,

Sono un siciliano residente a Roma con un grande desiderio di tornare in Sicilia, che ritengo terra bellissima e generosa. Le scrivo in qualità di pensionato per sottoporre alla Sua attenzione il diffondersi del  fenomeno di espatrio di molti nostri connazionali verso alcuni Paesi dell’Unione Europea, come per esempio Canarie Islands e Portogallo, Paesi che hanno messo in campo strumenti in grado di attrarre molti pensionati appartenenti all’area euro, riducendo loro l’imposizione Irpef fino a concorrenza zero ( Portogallo).

Infatti, in forza di accordi bilaterali firmati dai rispettivi Paesi, viene eliminata la doppia imposizione con risultati appetibili, sia per il pensionato, sia per il Paese ospitante.

Senza entrare nel merito della giurisprudenza che regola questi accordi, mi risulta che La Regione Sicilia goda di uno Statuto speciale riconosciuto dal Governo Italiano. Le chiedo, pertanto, ove La Regione Sicilia ne avesse l’autorità e il potere, se non sia il caso di perseguire in Sicilia le medesime strategie per attrarre la presenza stabile di pensionati, anche nostrani, estendendo loro i medesimi benefici che già molti paesi dell’Unione praticano.

Credo che se questi benefici fossero applicabili anche in Sicilia l’interesse dei pensionati dei Paesi europei a trasferirsi nell’Isola sarebbe un grande successo.

Risulta evidente che, qualora questa soluzione fosse applicabile, il ritorno economico sarebbe di vasta portata per la Sicilia, con effetti positivi su vari settori e in generale sull’economia siciliana.

Con viva cordialità,

Roma,   24/05/2016                                                                                                            Vincenzo Randazzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*