Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno X - Num. 49 - 23 giugno 2022

Anno IV - Num. 22 - 04 maggio 2016 Cultura e spettacolo

Presentazione a Palermo libro Un soffio di me di Giusy Masi

di Redazione TrinacriaNews
         

un soffio di me URL IMMAGINE SOCIALVenerdì 13 maggio alle ore 18 presso i locali dell’Associazione “I Colori della Solidarietà” di via Marinai Alliata 1/a, Palermo, si svolgerà la presentazione del libro “Un soffio di me”, scritto da Giusy Masi ed edito da Salvatore Insenga Editore.

Giusy Masi ha deciso di scrivere la sua privata esperienza familiare per lanciare un forte messaggio soprattutto alle giovani generazioni. “Un soffio di me” è la sua prima opera.

La Masi vive una infanzia e una adolescenza molto dura e in solitudine, privata dall’essere “bambina” e “ragazza” a causa di una madre-padrona che l’ha sempre condizionata negativamente, rifugiandosi nel cibo per trovare consolazione ai suoi affanni. Dopo aver raggiunto il peso di 148 kg, si rende conto che sta perdendo di vista la sua vita e così lentamente comincia a risalire la brutta china affidandosi prima all’intervento chirurgico di riduzione del grasso poi a quello di rimodellamento estetico.COPERTINALIBRO

Oggi l’autrice ha recuperato un più sereno rapporto con se stessa e con gli altri e invita tutti a non scoraggiarsi di fronte alle difficoltà, anzi a mettere a frutto persino il dolore come ha fatto lei stessa. Prefazione Nessuno di noi, in fondo, conosce il segreto del dolore e nessuno di noi sa veramente dove si nasconde la felicità e dove si nutre per apparire veramente bella. Angelica lancia la sua storia come una freccia di luminosa speranza a tutti quelli che in questo momento vivono nel buio del dolore e della solitudine, affinché il suo dolore possa servire ad altri, possa essere esempio di riscatto, ancora di fede, testimonianza che la volontà, la forza e il cuore alla fine hanno la meglio sul male, da qualunque parte provenga. Lo stile semplice e scorrevole della narrazione, ma al tempo stesso scandito dal ritmo serrato, in un crescendo di patos, ci fa sentire la protagonista come una di noi, in una dimensione familiare che ci commuove nelle pene e ci rallegra nel riscatto.

Tutti noi, in misura diversa, siamo stati Angelica, a volte rifiutati, a volte desiderosi di amore, a volte vittime e a volte carnefici, così Angelica diventa l’eroina di una vita comune, di un destino che sarebbe potuto capitare a ciascuno di noi. Questa storia ci fa riflettere e ci fa sentire migliori, perché ci mette di fronte all’orrore di ciò che non faremmo e ci regala una visione confortevole e rassicurante di un orizzonte più grande di quello che si vede. Questo arcobaleno, che unisce il cielo e la terra, è contenuto nel nome della protagonista, che con la leggerezza della sua penna sorvola il male della terra senza lasciarsi definitivamente imprigionare dalle catene del dolore, ma grazie alla forza leggera dell’amore vince, diventando la madre che non ha avuto, la persona che rischiava di non essere, ristabilendo in questo modo l’equilibrio della natura.

Giusy Masi è nata a Napoli il 21 agosto 1975. Lavora e vive ad Aprilia (LT)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*