Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno VIII - Num. 42 - 7 giugno 2020

Anno III - Num. 16 - 29 marzo 2015 Politica e società

Presentazione ddl promosso dal Centro Studi Pio La Torre e sostenuto dal governatore Crocetta e dai sindacati

Crocetta:"Dopo voto europeo, rilanciare solidarietà verso poveri e reddito di cittadinanza"

di Redazione TrinacriaNews
         

reddito-cittadinanza URL IMMAGINE SOCIALPalermo, 26 mag. “Dai risultati elettorali, prima in Grecia e adesso Spagna, emerge con chiarezza l’insufficienza della linea politica europea rispetto al contrasto alla povertà e alla disoccupazione”. Lo dice in una nota il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta. L’Europa della ripresa non può essere solo quella che punta alla crescita del Pil in una logica esclusivamente rigorista, ma soprattutto quella che guarda allo sviluppo, alla crescita delle imprese e di nuovi posti di lavoro. Se l’Europa non vuole sgretolarsi, deve affrontare misure urgenti in termini di reddito cittadinanza per i disoccupati e i giovani.

Per quel che ci riguarda – aggiunge il presidente – metteremo in campo immediatamente un progetto che discuteremo col Governo nazionale e con Bruxelles, per lanciare il sostegno al reddito nei confronti delle persone senza occupazione che devono essere aiutate a trovare un posto di lavoro stabile“.

Il presidente Crocetta saluta positivamente l’iniziativa del centro studi Pio La Torre di Palermo, che ha promosso un ddl di iniziativa popolare finalizzato al contrasto delle povertà assolute, e lo fa proprio.
In questi minuti Crocetta sta incontrando una delegazione del Centro studi accompagnata dal presidente Vito Lo Monaco.

“Domani mi incontrerò con l’assessore Caruso – conclude Crocetta – per definire un progetto di reddito di cittadinanza finalizzato a far adottare alla regione siciliana, prima in Italia, misure da approvare in tempi urgenti che accompagnino con forme di sostegno al reddito l’inserimento nel mondo del lavoro dei disoccupati”.
“Con questo provvedimento si vuole dare risposta, in termini di welfare e di sostegno, alle famiglie in difficoltà e fare valere la dignità delle persone, abbandonando la logica del sussidio”: lo ha detto il segretario generale della Cgil Sicilia, Michele Pagliaro, nella conferenza stampa, all’Ars, di presentazione del ddl di iniziativa popolare contro la povertà assoluta, proposto da un ampio cartello di soggetti, tra cui i sindacati. “E’ un ddl importante- ha sottolineato Pagliaro– in una regione devastata dalla crisi economica, dove la povertà dilaga. Oggi- ha specificato– le famiglie in povertà assoluta sono nell’isola 250 mila e inoltre in Sicilia una famiglia su due versa in uno stato di deprivazione. La norma che proponiamo- ha sostenuto– deve percorrere velocemente il suo iter ed essere adeguatamente finanziata”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*