Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno VIII - Num. 43 - 1 settembre 2020

Anno I - Num. 04 - 05 dicembre 2012 Politica e società

PARTITO Vs MOVIMENTO!

di Vilma Maria Costa
         

partito??? Vade retro!!!Gli esperti di comunicazione e di comportamento sociale: sociologi, semiotici, giornalisti, psicologi, sono già stati o saranno reclutati dai partiti e avranno un gran da fare. Almeno ci sarà chi avrà per un breve periodo un emolumento su cui contare!

I risultati elettorali che si sono avuti in Sicilia, dove un movimento di attivisti è diventato la prima forza politica dell’Isola, (gli elettori che si sono recati alle urne sono stati soltanto il 48% degli isolani), hanno messo in allarme tutti i leader dei partiti nazionali e regionali. Forse si è finalmente capito che le persone sono letteralmente stufe di vecchie strutture gerarchiche aperte soprattutto ad amici ed amici degli amici, lontane dalla gente, chiuse alle esigenze del cittadino che spesso non sa come farsi ascoltare e che vede “da vicino” i politici soltanto al momento del comizio, solitamente circondati dai fedelissimi e sempre più irraggiungibili.

La gente vuole essere rappresentata da persone come loro, che guadagnino il giusto, che non sperperino, che parlino con loro, e con lo stesso linguaggio, che siano avvicinabili senza intermediari. E queste caratteristiche sembra che siano le prerogative del movimento di attivisti guidato da Beppe Grillo. E il Movimento di attivisti 5 Stelle, infatti, che all’inizio sembrava non potesse riuscire a sfondare, in Sicilia, invece, ha fatto BOOM!

Questo movimento ha tutte quei requisiti che piacciono alle persone che hanno detto BASTA! Adesso desiderano un cambiamento e sono tante.

Ma quali sono le caratteristiche vincenti di questo movimento e che i leader politici si stanno affrettando a copiare, magari utilizzando qualche parola chiave che colpisca lo stato emozionale dell’elettore comune?

In primis la scelta del leader, della persona che crea la relazione della gente. Qui qualcuno potrebbe obiettare, ma Grillo è un comico, da dove gli deriva tanto successo? Ebbene proprio perché è un comico può dire con schiettezza, semplicità, ilarità, follia, genialità, tutto quello che pensa e che noi probabilmente pensiamo ma che non osiamo dire.

In secondo luogo il tipo di mezzi di comunicazione vicina all’uomo contemporaneo: blog, social network, youtube, etc.

In terzo luogo le persone che devono farne parte che devono corrispondere e rispondere al leader

In quarto luogo il comportamento alle quali queste persone devono attenersi che deve corrispondere a quello del leader per rendersi credibili e affidabili

Un movimento, insomma, deve realizzare un vero e proprio patto di alleanza sia all’interno con le persone attivamente coinvolte che all’esterno con le persone che crederanno in lui.

Votare un partito

E, poiché, il Movimento 5 Stelle ha avuto questo enorme successo molti saranno i tentativi di imitarlo perché ci si è resi conto che non si possono più proporre organizzazioni in partiti, ma si realizzeranno molte alleanze che convoglieranno le vecchie forze politiche, la sfida sarà su come e cosa e con chi si realizzeranno i nuovi movimenti.

L’elettore dovrà essere capace di leggere in profondità, di essere l’attivista di se stesso, pensando che il suo voto non è inutile, ma, anzi, utilissimo per il conseguimento di un obiettivo: il miglioramento della sua vita, di quella dei suoi cari e dell’intera collettività.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*