Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno VIII - Num. 42 - 7 giugno 2020

Anno II - Num. 10 - 24 febbraio 2014 Cultura e spettacolo

A Palermo Una Speranza per Giulia – The Artist and Model Year 2014

(All'interno interviste alla conduttrice televisiva Alda D'Eusanio ed all'attore Andrea Roncato)

di Stefania Riccobono
         

A Palermo Una Speranza per Giulia – The Artist and Model Year 2014 SEQUENZAPalermo – Quando la solidarietà non è fatta solo di parole, ma di fatti concreti, si dà vita alle attività e ai progetti più belli per sensibilizzare l’opinione pubblica. Ancor più quando si tratta di bambini. Ogni bambino ha diritto alla vita e a ricevere tutte le cure necessarie per migliorare la propria. Una famiglia come tante, costituita da papà Gabriele e mamma Maria, due figli, che lotta per ottenere giustizia e rivendicare diritti per la loro piccola Giulia, vittima di malasanità, per la quale si chiede solo un adeguato sostegno economico per consentire i necessari viaggi della speranza e le cure.

E’ per ricevere aiuto in questa lotta che la famiglia Montera, residente a Corigliano Calabro (Cosenza), ha dato vita alla manifestazione di solidarietà che si è tenuta il 22 Marzo a Palermo, presso il cine teatro Golden Una speranza per Giulia The Artist and Model Year 2014.

L’organizzazione dell’evento è stata curata dall’Associazione Una lotta per la Vita – Onlus, fondata dai genitori della piccola Giulia e da loro guidata, presidente nazionale Gabriele Montera. Una vera e propria rete di solidarietà operante sull’intero territorio nazionale. Speranza e forte esempio di sensibilizzazione viene dimostrato dall’adesione di numerose figure importanti del panorama canoro-cabarettistico e di spettacolo nazionale, come Sasà Taibi, noto talent ed editore palermitano, e dalla famosa conduttrice Rai Alda D’ Eusanio, che ha presentato la serata.

A Palermo Una Speranza per Giulia – The Artist and Model Year 2014 1Alda D’Eusanio ha spiegato che più volte ha dato la sua disponibilità di aiuto per Giulia, perché: non c’è niente di strano o anomalo nel supportare il prossimo in un momento di difficoltà e strano non è chi lo fa, ma chi non lo fa e continua evidenziando un bambino malato non fa notizia e la stampa spesso e volentieri non è disposta a scrivere quanto di vero ci sia in queste tristi realtà. La D’Eusanio da sempre, anche nei suoi programmi, si è occupata di problemi reali, concreti, forti legati alla società e ha più volte parlato di solidarietà: essere solidali è un dovere civico di una città civilizzata. Bisogna aprire gli occhi e raccontare di realtà come queste è l’appello commosso sul palco del teatro Golden diretto a  tutti i genitori con l’esortazione a vivere e godere del bene più prezioso, i propri figli, dei loro sorrisi e abbracci. Un appello che invita a capire che la vera felicità è fatta di cose semplici e non bisogna dar nulla per scontato. Tutti meritano di essere felici, anche coloro che hanno difficoltà, come la piccola Giulia, che quando ti guarda è come se parlasse senza la voce, ma con gli occhi.

La giornalista Rai, nel corso della sua vita, ha affrontato il dolore della perdita di figure fondamentali nella vita, ha combattuto la sofferenza, la solitudine, l’accanimento immotivato della stampa. Una donna dal temperamento forte, che ha saputo trasformare il dolore in energia positiva per il suo lavoro, dando spessore umano e concretezza ai suoi programmi, come per esempio, Ricominciare. Il messaggio che intende trasmettere è di non arrendersi mai e di continuare, cercate di essere felici!conclude.

A Palermo Una Speranza per Giulia – The Artist and Model Year 2014 2Altro grande personaggio di spicco del mondo dello spettacolo che ha detto subito di sì a Giulia è stato il simpaticissimo Andrea Roncato, sul palco ha commosso l’intera platea leggendo la poesia Lettera di un figlio mai nato. Lui stesso ha visto Giulia e i suoi occhi, nei quali ha letto forza, ma anche tanta sofferenza ma questa può servire da stimolo: tutto può essere affrontato e superato. Nelle parole di Roncato c’è stata una esortazione per i genitori e la piccola Giulia a non mollare mai.

La Madrina di Unasperanzaxgiulia la famosa showgirl Raffaella Fico, ha raccontato sul palco che, in qualità di mamma, ha lottato per la sua bambina se pur sotto altre forme e per altre ragioni, questa è la forza di un genitore, che non si arrende mai, e combatte fino all’ultimo e con ogni strumento per il proprio figlio.

Si sono poi susseguiti altri ospiti: Fabio Rondinelli, Marco Rea, Mago Heldin, che ha allietato il pubblico con il numero della corda spezzata .

A Palermo Una Speranza per Giulia – The Artist and Model Year 2014 3Tutto curato ed organizzato da Gabriele Montera che si e’ fatto affiancare da Alba Parrino alla direzione artistica, da Luca Rasa alla direzione tecnica settore moda , da Luca Longo alla fotografia e facendosi supportare dall’agenzia di eventi di Calabrese residenza Mea.

Sul palco anche la cantante Marysen, la band Radio Baccano, il cantante Mirko Ciulla, i Good Time Country Line Dance, il Cantante Fabio Dani, Helena Russo e la sua Danza Orientale, l’ artista Sandro Iervolino, la tribute band by Britney Spears, il ballerino Antony Dance, la vincitrice dello zecchino d’oro Irene Citarrella e da Italia’s Got Talent PierAngelo Gullo. Tante anche le scuole di ballo presenti.

All’interno della manifestazione si sono svolti gli intermezzi per l’elezione di miss e mister unalottaxlavita, miss e mister unalottaxlavita baby e per l’elezione di talent scout unalottaxlavita 2014. Ogni categoria ha avuto il suo vincitore. La moda, il ballo, il canto, la magia sono stati i protagonisti indiscussi del palcoscenico. La giuria è stata composta da diverse personalità, tra i tanti da: Mamma Maria, la mamma coraggio della piccola Giulia, il Vicepresidente Nazionale di unalottaxlavita Salvo Nuccio, la giornalista Anna Cane, l’attore Giuseppe Moschella, la pittrice Ketty Barbante, l’attrice Emanuela Mulè, il consigliere Lo Cascio, l’attore Vincenzo Saladino, il regista Salvo Anello, lo showman Maurizio Midulla.

Una serata all’insegna dello spettacolo, ma soprattutto dei valori e della speranza.

A Palermo Una Speranza per Giulia – The Artist and Model Year 2014 4Grande la partecipazione alla serata i beneficenza dei cittadini palermitani al cine teatro Golden e grande anche la disponibilità di privati a sponsorizzare l’evento. Il ricavato intero della serata servirà a contribuire al sogno di Giulia di poter continuare i suoi viaggi della speranza per le cure di cui ha bisogno finalizzate al miglioramento della qualità della sua vita.

Insieme si può, uniti possiamo far diventare il caso della piccola Giulia da una vita spezzata ad una vita salvata. Questo è il motto che ispira tutte le iniziative di UNALOTTAXLAVITA e che incoraggia lo spirito combattivo della mamma e del papà.

La storia di Giulia sarà raccontata anche sotto forma di film GIULIA E LE ALI RUBATE, Regia Marco Liberti, sceneggiatura Mauro Graini, riprese Marco de Rossi Sicily Movie. Coordinamento set riprese Pasquale di Giovanni. L’inizio delle riprese sono previste per il 6 Ottobre 2014 a Palermo.

TrinacriaNews durante l’evento ha intervistato la giornalista D’Eusanio e l’attore Roncato ecco le domande che abbiamo rivolto loro:

Alda D’Eusanio

perché ha deciso di dire si alla piccola , Giulia, perché ha sposato questa causa?

risp. beh non vedo il motivo per cui debba dire di no, credo sia normale dire sì a Giulia e a tutti coloro, che hanno bisogno di aiuto. Giulia e la sua famiglia meritano aiuto per gridare all’ingiustizia e noi dovremmo imparare e riflettere a fondo sull’importanza dei momenti belli e dell’essere più fortunati di altri, dovremmo godere dei nostri figli in salute e non dare nulla per scontato.

nei suoi programmi, ha sempre parlato di problemi sociali forti, che hanno dato spessore ai programmi, perché questa scelta e che posto occupano notizie di questo tipo nell’informazione di oggi?

risp. da sempre questi sono temi importanti, che in una società civilizzata devono essere affrontati, e oggi purtroppo non fanno notizia e non vengono raccontatati, non danno ascolti, è più semplice focalizzarsi su temi futili, di intrattenimento e basta.

Andrea Roncato

perché un sì alla piccola Giulia?

risp. perché è una bambina che soffre, che merita le cure e l’aiuto necessario e quindi volevo essere presente. Ha gli occhi che parlano.

una riflessione in merito alla vicenda… cosa possiamo imparare dalla piccola Giulia e cosa possiamo dare a Giulia e alla sua famiglia?

risp. Giulia e la sua famiglia lottano e dovremmo imparare la forza e il coraggio di questa famiglia e capire che il resto dei problemi si può superare e che dovremmo goderci gli attimi belli della vita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*