Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno VI - Num. 34 / 2018

Anno II - Num. 14 - 25 novembre 2014 Cultura e spettacolo

Nel cuore di Palermo la mostra “Artisti di Sicilia: da Pirandello a Iudice”

Sgarbi: La mostra è simbolo di un percorso che investe un secolo di storia, dai primi anni del Novecento fino ai primi anni del nuovo millennio Filippini: Più che di una mostra, si tratta di un vero e proprio manifesto culturale in continua evoluzione

(All'interno interviste a curatore mostra critico d’arte prof. Vittorio Sgarbi, Sovrintendente della Fondazione Sant’Elia Antonio Tiscali, ideatore mostra Gianni Filippini)

di Eloisa Zerilli
         

Mostra Artisti di Sicilia IMG_2593Palermo – Presentata nella splendida cornice del Palazzo Sant’Elia la mostra Artisti di Sicilia: da Pirandello a Iudice curata dal critico d’arte Vittorio Sgarbi. Artisti di Sicilia è la prima mostra che unisce nello stesso luogo la più importante produzione artistica isolana nonché trecento capolavori del Novecento siciliano fruibili dal 3 novembre al 26 dicembre.

La mostra, tra le iniziative facenti parte della seconda Settimana delle Culture, è stata realizzata da Exa – Mondi Nuovi di Gianni Filippini e promossa da Fondazione Sant’Elia, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Regione Siciliana – Assessorato dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, Comune di Palermo ed Expo Milano 2015.

Più che di una mostra, si tratta di un vero e proprio manifesto culturale in continua evoluzioneha affermato l’ideatore Gianni Filippini. Sottolineo che, al di là dello sforzo incommensurabile fatto da Sgarbi, noi stiamo continuando ad andare avanti ma il messaggio non è ancora giunto alle istituzioni, è arrivato esclusivamente agli artisti e ai media. Artisti di Sicilia, ospitata a Palazzo Sant’Elia, assume quasi una dimensione museale – ha continuato. È una mostra per cui si chiede partecipazione, il nostro obiettivo è quello di trovare uno spazio permanente per renderla sempre fruibile al visitatore -ha concluso.

Nel corso della presentazione, inequivocabili le parole del Professor Sgarbi che ha parlato di Palermo come un luogo sublime e incompreso da parte delle autorità e ha passato in rassegna alcune tra le principali opere rammaricandosi di non poter fare un’analisi meticolosa di tutti gli artisti che vi hanno trovato spazio. Mostra Artisti di Sicilia IMG_2536La mostra è simbolo di un percorso che investe un secolo di storia, dai primi anni del Novecento fino ai primi anni del nuovo millennio. E, senza ombra di dubbio, i primi grandi artisti italiani del Novecento sono sicilianiha asserito Sgarbi. Non mancano artisti il cui riconoscimento è largo e pieno. Mi riferisco in particolare a Guttuso e al suo quadro La Vucciria ha continuato. La capacità di sviscerare nel profondo l’anima dell’uomo è sì propria di Guttuso ma è anche di Fausto Pirandello, figlio dello scrittore Luigi, che riesce perfettamente a entrare nella psiche umana. E non è un caso che il suo nome sia presente nel sottotitolo della mostra. Tra le varie opere citate, desta attenzione il quadro di Giovanni Iudice, artista contemporaneo che in un quadro realistico ha rappresentato il Quarto Mondo, l’approdo dei migranti a Lampedusa, una terra di nessuno. Sgarbi ha paragonato il quadro all’opera Il Quarto Stato di Giuseppe Pellizza da Volpedo: un’opera orizzontale che rappresenta l’avanzamento simbolico di una cultura post-cristiana, quella cultura con cui si apre il Novecento ha affermato. Iudice ha rappresentato i migranti, un popolo rassegnato e non combattivo. Il bambino tenuto in alto al centro del quadro rappresenta la speranza, il quadro ha una valenza simbolica dalle potenzialità straordinarie – ha concluso. Tra gli altri artisti in mostra Aleandro Terzi, Emilio Greco, Enzo Rovella, Pina Calì, Silvestre Cuffaro, Alberto Bevilacqua, Salvatore Celi, Salvatore Fiume, Santo Alligo, Francesco Lauretta, Emanuele Diliberto, Rosario Bruno, Ugo Attardi, Vittorio Corona, Salvo Barone, Luciano Vadalà e tanti altri ancora.

Mostra Artisti di Sicilia IMG_2706INFO APERTURA Martedì – Venerdì ore 9.30 – 19.00 Sabato e Domenica ore 9.30 – 22.00
25.12.2014 CHIUSO 26.12.2014 ore 16.00 – 22.00 Aperture straordinarie come da aggiornamenti sito internet TICKET Biglietteria presso Fondazione Sant’Elia Biglietteria online www.circuitoboxofficesicilia.it (intero € 7,00 + € 1,50 in prevendita su circuito Box Office) Ingresso singolo € 7,00 Enti o associazioni in convenzione € 6,00 Gruppi (min. 10 persone) € 5,00 Gruppi scolastici (min. 20 persone) € 3,00 Gratuito per studenti sino a 14 anni.

In occasione dell’evento, TrinacriaNews.eu ha intervistato il curatore mostra Vittorio Sgarbi, il Sovrintendente della Fondazione Sant’Elia Antonio Tiscali, l’ideatore mostra Gianni Filippini. Di seguito, le interviste

ANTONIO TISCALI

In che termini la mostra è fonte di arricchimento per la Mostra Artisti di Sicilia Antonio tiscaliFondazione Sant’Elia? Questa operazione nasce da una collaborazione strutturata tra la Fondazione Sant’Elia che rappresenta il settore pubblico e un soggetto privato, vale a dire Exa – Mondi Nuovi di Gianni Filippini. In un momento di assoluta crisi economica e di difficoltà per le istituzioni nel fornire delle risposte al settore culturale, la collaborazione tra il settore pubblico e quello privato diventa dominante per la presentazione di nuovi progetti culturali di alto livello. Siamo lusingati nel ricevere una mostra di tal genere, una mostra strutturata anche grazie all’intervento della stessa Fondazione Sant’Elia. Dopo l’evento di Favignana, questa mostra giunge a Palermo arricchita di altri cento pezzi, sia del periodo degli anni ’40 e ’50 sia del contemporaneo più spinto. Si può a buon diritto parlare di un salto tra la dimensione del passato del Novecento siciliano e uno studio verso il contemporaneo della nostra terra che spinge inesorabile verso dinamiche intellettualmente molto alto.

GIANNI FILIPPINI Quali sono i tratti caratterizzanti della mostra? Mostra Artisti di Sicilia gianni filippiniSi tratta di un manifesto culturale partito da Favignana che è riuscito a creare un ensemble direi straordinario in quanto costituisce la rappresentazione di tutti gli artisti siciliani. Direi che ormai ha assunto una vera e propria dimensione museale perché se guardate con molta attenzione sono presenti davvero tutti gli artisti. È una grande soddisfazione. Chiaramente si tratta di un prodotto diventato itinerante che da Favignana è arrivato a Palermo e da qui si sposterà perfino fuori dall’Italia. Questa insomma è solo la seconda tappa di un tour molto vasto.

VITTORIO SGARBI

Quali sono i principali caratteri identitari della Sicilia presenti in Artisti di Sicilia?Mostra Artisti di Sicilia IMG_2560 Se n’è già trattato quando in conferenza stampa ho fatto riferimento a Ghersi… C’è nell’artista siciliano una forza di radici tale, qualcosa che lo lega davvero alla sua terra. Si percepisce che non si tratta mai di una ricerca formalistica. E anche in tutti quegli artisti per cui apparentemente è presente una ricerca di questo tipo, in realtà si tratta di una fuga da parte di chi cerca di non guardare in faccia la realtà, una realtà così drammatica. Direi senza ombra di dubbio che elementi quali passione, ragione, sentimento e storia sono tratti caratterizzanti l’esperienza degli artisti siciliani.

foto di Pietro Montagna  
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*