Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno IX - Num. 46 - 02 ottobre 2021

Anno I - Num. 05 - 16 febbraio 2013 Cultura e spettacolo

Melinda Zacco e la sua Palermo Bellissima…da sempre!

(Ascolta l’audiointervista alla scrittrice Melinda Zacco)

di Fabrizio Pitarresi
         

Palermo – “Palermo Bellissima…da sempre!” E’ questo il titolo del libro di Melinda Zacco, edito da ZAcco PittogrAphie, ricco di verità, presentato giorno 25 gennaio 2013 presso l’Auditorium della RAI di Palermo.

La scrittrice non sopporta come la sua città venga martoriata dalle solite frasi fatte o i soliti stereotipi: sono qui a presentare questo libro perché stanca di tutto ciò che dicono sulla mia e sulla nostra Palermo.

All’evento hanno partecipato Mirella Agliastro, Magistrato della Procura Generale di Palermo, Maurizio Carta, Ordinario di Urbanistica e Prorettore dell’Università degli Studi di Palermo; Fortunato Arena, Professore dell’Università di Palermo. Ha moderato il giornalista Salvatore Cusimano, Direttore della RAI di Palermo.

Il libro ha superato le 1200 copie vendute, un traguardo importantissimo, che ha portato alla ristampa a velocità record.

Momenti dell'evento

Il testo può essere considerato un excursus che parte dai preludi della nascita di Palermo e parla di tutte le dominazioni che ha subito e che rendono la storia palermitana un po’ bizzarra – siamo un po’ greci, un po’ normanni, un po’ fenici, un po’ bizantini – afferma Cusimano.

Il libro si sofferma anche sulla Palermo dei giorni nostri, come una sorta di denuncia verso quelle realtà negative dalle quali con qualche difficoltà Palermo cerca di divincolarsi con l’aiuto delle istituzioni e delle autorità.

Il libro contiene piccole perle di approfondimento storico soffermandosi su monumenti, luoghi della città, come ad esempio le catacombe di porta d’Ossuna o il monastero di S. Martino delle Scale.

Melinda ha una particolare passione per la scoperta o la riscoperta della città – afferma il magisrato Agliastro – raccontandoci aneddoti sconosciuti a molti anche sotto profili artistici e architettonici, come la simmetria tra le due porte più importanti della città: Porta Felice e Porta Nuova e le varie famiglie più importanti che hanno vissuto a Palermo. Un libro che si legge con passione – continua Agliastro – e al termine della lettura, non possiamo che chiedere a Melinda di raccontarci ancora della sua Palermo.

Copertina del libroIn questo libro vengono ripetute spesso due parole: “Palermo” e “Amore” perché questa è una storia d’amore, afferma il Prorettore Carta.

La Zacco con il suo libro fa conoscere la storia della sua Palermo attraverso le tante dominazioni: fenici, greci, romani, bizantini, arabi, normanni, aragonesi, spagnoli, borbonici, fino alla spedizione dei Mille e all’Unità d’Italia.

Il prof. Carta, spiega che la nostra città è considerata “leggibile”, nel senso che i periodi vissuti da Palermo e raccontati nel testo sono ancora presenti: nei luoghi, nelle strade, nei monumenti. Tutta la storia è ancora leggibile non solo a livello di documentazione, ma camminando attraverso le strade.

Il libro di Melinda Zacco è uno strumento che permette di fare una sorta di percorso immaginario in maniera così dettagliata e mirabile che è possibile quasi gustarne la visione e gli odori dei luoghi che descrive.

La passione per la scrittura nella Zacco è nata quasi inconsapevolmente mi dicevano di scrivere, ma io rispondevo con uno «smettila!» e invece poi la vita ti porta nelle condizioni di dover scrivere. Raccontare 500 anni di storia in 180 pagine non è stato facile – afferma la Zacco – ma c’è amore in questo libro, amore per questa terra ed ho sentito l’esigenza di raccontarvelo.

Lavorando per la televisione TGS, Tele Giornale di Sicilia, l’autrice rinveniva luoghi di Palermo ricchi di storia e conosciuti da pochi: i Qanat, eccezionale opera sotterranea di “ingegneria idraulica”, le tombe paleocristiane, il museo delle acciughe o il museo della radiologia, secondo in Italia e il più grande d’Europa, ma anche il Castello Utveggio, che, in reltà, il cittadino palermitano non conosce e che potrebbe, invece, diventare se solo lo volesse un simbolo della città.

La scrittrice Melinda Zacco

Purtroppo la maggior parte dei palermitani non conosce la città, ed è questo che ha portato Melinda Zacco a realizzare questo lavoro di ricerca dove è possibile avvertire il suo profondo attaccamento nei confronti di Palermo e il desiderio di farla rispettare ed amare sia dai concittadini che dai suoi visitatori offrendo loro una descrizione di una città con una sua identità e con un sua storia da non dimenticare.

Palermo è come una bella donna, se non la conosciamo, come facciamo ad amarla? E’ importante riappropriarci della nostra identità, cominciando a guardare la città con amore e solo conoscendola possiamo cominciare a parlarne bene!

Molto probabilmente Palermo è una di quelle città che pensi di conoscere bene, ma in realtà sempre capace di stupire, ed è questo che rende “Palermo bellissima…da sempre!”

TrinacriaNews ha intervistato la scrittrice Melinda Zacco (Audiointervista in alto). Ecco le domande che le abbiamo rivolto:

  1. Qual è la Palermo descritta da Melinda Zacco in questo nuovo libro?
  2. Cosa diresti ad un turista indeciso se fare una vacanza a Palermo?
  3. Cosa ti piace di Palermo e qual è l’aneddoto descritto nel tuo libro che vorresti raccontarci?
foto di Giancarlo Pace
© RIPRODUZIONE RISERVATA
  1. salvo

    L’autrice del libro, Melinda Zacco, con mano esperta e sicura, scevera nel lussureggiante scrigno dei tesori della nostra città, svelando spesso luoghi, aspetti ed istituzioni sconosciuti, o poco conosciuti, agli stessi palermitani. Il volume, il cui stesso titolo Palermo bellissima… da sempre, esplicita in pieno lo stato d’animo gratificante di chi lo ha concepito e scritto, si avvale di una veste tipografica squillante e suggestiva, di un’accorta prefazione e di una dedica affettuosa dell’autrice a chi era destinato da Dio ad essere il compagno della vita.

    Rispondi
  2. salvatore

    Complimenti alla giornalista palermitana. Ho letto tutti i suoi libri anche gli ultimi: LAMPI DI MEMORIA – LA GRANDE GUERRA A PALERMO e il romanzo storico IL MONDO IN UN CASSETTO. ho scoperto tantissime cose che non sapevo. Perché non ritorna con la televisione a raccontarci la nostra città?
    complimenti.

    Rispondi

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*