Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno V - Num. 28 / 2017

Anno II - Num. 07 - 10 luglio 2013 Politica e società

Marchio "Panormvs street food" per la tutela del cibo tipico palermitano

di Vilma Maria Costa
         

Panelle_CroquettesPalermo – L’Assessore comunale alle Attività Produttive e allo Sviluppo Economico Marco Di Marco ha firmato un atto di indirizzo per l’ideazione e la registrazione del marchio Panormvs – Street Food da utilizzare per la marchiatura dei prodotti STG – Specialità Tradizionale Garantita, marchio di origine introdotto dalla Unione europea volto a tutelare produzioni che siano caratterizzate da composizioni o metodi di produzione tradizionali.

Si tratta del secondo step dopo la registrazione del “City Brand Panormvs” per la tutela dei prodotti e dell’immagine della città. Si tratta di un marchio che raffiguri il Genio, quale simbolo riconoscibile dell’identità storico-culturale della città, nasce dalla volontà dell’amministrazione comunale di aumentare la riconoscibilità e la competitività della città sul mercato mondiale

L’idea è vendere Palermo: non in senso letterale – ha affermato l’assessore Di Marco – ma vendere il valore aggiunto della città, con la sua storia e la sua cultura, per creare uno sfruttamento commerciale dell’immagine di Palermo che ci consenta anche di vendere all’estero tutto quello che viene prodotto e realizzato in città.

Tra i prodotti tutelati dal marchio STG, c’è l’arancina, la cassata, il panino con la milza, il pane e panelle, lo sfincione e il cannolo.

L’Amministrazione intende, inoltre, farsi promotrice, anche nell’ambito della candidatura a Capitale Europea della Cultura, di un festival internazionale del cibo di strada, che metta in relazione i legami che anche in questo settore legano Palermo tanto all’Europa quanto al Mediterraneo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*