Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno VI - Num. 34 / 2018

Anno VI - Num. 33 - 15 giugno 2018 Politica e società

Il M5S rimanda in commissione il collegato alla Finanziaria. Zafarana: “Basta con questa eterna sessione di Bilancio, l’aula torni seriamente a lavorare per la Sicilia”

di Redazione TrinacriaNews
         

“Basta, chiudiamo questa eterna sessione di Bilancio e torniamo a dare risposte ai siciliani. Per troppo tempo quest’aula è stata paralizzata dai giochetti di questa inesistente maggioranza, mentre la Sicilia è in attesa
di risposte. Siamo stanchi di essere additati come fannulloni. Noi ci siamo sempre, chi chiede perché finora si è fatto pochissimo, prego si rivolga a Musumeci”.

 Lo dice la capogruppo all’Ars Valentina Zafarana che spiega in questo modo il voto del M5S per rispedire in commissione il collegato alla Finanziaria.

“Un disegno di legge inutile – afferma la deputata – tenuto in piedi solo per accontentare gli appetiti di qualcuno e non certo dei siciliani. Un ddl che ha bloccato quest’aula con ripetuti rinvii motivati solo dalla mancanza di numeri da parte della maggioranza, che ha posticipato la votazione del testo per paura di andare sotto. Ogni giorno andiamo nui territori a raccogliere le istanze della gente per portarle in aula, ma abbiamo le mani legate, visto che qui sì è lavorato col contagocce. E lo ripeto, per colpe non certo da addebitare a noi”.

“A Musumeci e alla sua maggioranza – conclude la deputata – chiediamo di cambiare passo. Subito. E con noi lo chiedono i siciliani che ci hanno chiamati a rappresentarli dentro questo Parlamento”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*