Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno VII - Num. 36 / 2019

Anno VI - Num. 35 - 29 novembre 2018 Cultura e spettacolo

L’Antica Focacceria San Francesco di Palermo anche quest’anno con tradizionale appuntamento per indigenti città

di Redazione TrinacriaNews
         

L’Antica Focacceria San Francesco di Palermo ha organizzato anche quest’anno il tradizionale appuntamento con gli indigenti della città.

L’iniziativa, la cui prima edizione risale al lontano 1902, si è svolta questa mattina, 6 gennaio, giornata dell’Epifania, presso il locale storico di via Alessandro Paternostro 58 e ha visto distribuire gratuitamente ai meno fortunati del nostro territorio focacce con milza ed altre specialità “di strada”, quali pane e panelle e sfincione.

L’appuntamento si è tenuto insieme agli ospiti della Missione di Speranza e Carità guidata dal missionario Biagio Conte, ai quali si sono aggiunti quest’anno i migranti assistiti dal Centro Astalli di piazza 40 Martiri. Ha partecipato il Sindaco Leoluca Orlando che, come da consuetudine, ha dato il via all’appuntamento, mangiando la prima focaccia in versione “maritata”.

Presente, tra gli altri, lo storico, scrittore e grande appassionato di gastronomia e di cultura siciliana Gaetano Basile che ha intrattenuto i numerosi ospiti con delle “pillole” di esilarante saggezza.

Presenti anche alcuni rappresentanti dell’associazione “Addiopizzo”.

A fare gli onori di casa per Antica Focacceria Giovanni Lo Verde, direttore del punto vendita, e Fabio Conticello, patron storico del locale, il cui bisnonno, Antonino Alaimo, per primo diede inizio nel secolo scorso a questa tradizione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*