Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno VI - Num. 34 / 2018

Anno VI - Num. 33 - 15 giugno 2018 Politica e società

Intervista a Salvatore Fronterrè coordinatore Ital Uil New York in occasione inaugurazione Centro polifunzionale a Brooklyn

di Vilma Maria Costa
         

New York – In occasione dell’inaugurazione di un grande e attrezzato Centro polifunzionale a Brooklyn, progettato e realizzato dalla FIAO Federation of Italian-American Organizations of Brooklyn, Ltd, abbiamo incontrato il Vice Presidente della FIAO e Coordinatore Ital Uil per New York Salvatore Fronterrè per far conoscere la valenza e quanto sia importante il lavoro dell’Ital Uil a New York per gli Italo Americani e per quegli italiani che intendono stabilirvisi e avere un punto di riferimento che possa aiutarli in questo intento e nel processo di integrazione. Ci siamo, poi, recati negli uffici della Ital Uil di Broklyn per intervistarlo.

Intervista a Fronterrè

  1. Da quando opera la Ital Uil a New York e come è nata?

L’Ital-Uil opera negli USA dal 1975 e nasce a New York il primo ufficio anche se per pochi mesi fa presso la sede sindacale del Joint Board sito alla West 15th Street, da lì a poco si trasferisce a Brooklyn dove attualmente opera. l’Ital nasce da un incontro fra sindacalisti italo americani membri dello IALC (Italian American Labor Council) nella persona dell’avvocato Santo Pernicone e l’allora presidente russo di ritorno da Montreal (Canada) dove aveva partecipato alla 1^ conferenza mondiale sull’emigrazione.

  1. Dove si trova e come mettersi in contatto con i vostri uffici?

L’Ital di Brooklyn si trova al 1802 Bay Ridge Parkway-Brooklyn-New York-11204 i connazionali possono facilmente raggiungerci al telefono via fax o email (tel 718-236-1625 fax 718236-2823 email italnewyork@optonline.net). Allo stato attuale l’Ital-Uil USA è presente negli USA con ben 12 uffici in nove stati diversi New York – New Jersey –Connecticut –Massachusetts – Pennsylvania-  Michigan – Illinois – Florida e California

  1. Quali sono i servizi che la Ital Uil di New York offre a chi vi si rivolge?

I servizi che l’Ital offre oltre ai nostri connazionali vanno dalla presentazione delle domande di pensione, e di quanto ci gira intorno, all’accertamento dell’esistenza in vita, dichiarazioni reddituali e rilascio CUD. Da sottolineare il rapporto molto importante tra noi ed i consolati delle varie circoscrizioni. Con loro abbiamo un ottimo rapporto nell’assistere in nostri connazionali per l’iscrizione all’AIRE (fondamentale per il rilascio passaporti) trascrizione di atti di nascita, matrimonio, morte divorzio ed atti legali come procure e dichiarazioni notarili, fra le tante altre cose offriamo anche consultazioni per come ottenere la doppia cittadinanza. Molti connazionali in particolare gli anziani non parlano la lingua inglese e, quindi, si rivolgono a noi anche per assistenza presso gli uffici locali

  1. Cosa significa per la Comunità Italo Americana la Ital Uil?

Per la Comunità italiana siamo un punto fermo di riferimento, siamo la loro “ancora di salvezza” per cosi dire, attraverso la nostra rete, perché è doveroso sapere che l’Ital opera in tutto il mondo, riusciamo a risolvere problematiche che altrimenti non riuscirebbero a risolvere dal più piccolo problema al più grande, e di questo ci sentiamo gratificati, difendere i loro diritti non è solo nostro dovere, ma anche una missione, almeno io questo lo sento!

  1. Per usufruire dei servizi e consigli della Ital Uil New York è necessaria una iscrizione?

No, non necessita nessuna iscrizione, i servizi sono gratuiti, ma alcuni a pagamento in quanto si deve far fronte a spese per il rilascio dei vari bolli siano questi della Città, Stato o Federali, una sorta di marche da bollo per dirla un po’ all’Italiana. Poi se i nostri connazionali ci chiedono l’iscrizione alla UIL bene, tanto meglio, ma non lo imponiamo a nessuno.

  1. Se un italiano decidesse di trasferirsi a New York la Ital Uil NY potrebbe essergli di aiuto? Ed eventualmente in che modo?

Trasferirsi a New York con tanto di green card ok, ma senza di questa c’è ben poco da fare, mettersi in regola qui negli usa è difficile e sotto certi aspetti impossibile a meno che non ti sposi con uno/a che sia in regola o se trovi qualche ditta che ti faccia da sponsor. Noi possiamo essere molto d’aiuto dandogli consigli affinché non cadano vittime di truffe da parte di avvocati senza scrupoli o altro. Per ogni italiano/a che arriva sia esso/a legale è importante in primis iscriversi all’AIRE molto molto importante e a questo ci possiamo pensare noi. Per quelli che decidono di restare illegalmente cioè rimanere per più di tre mesi (come possibile con visto Esta) cosa che sconsigliamo a tutti, devono sempre iscriversi all’AIRE perché è molto importante anche per comuni italiani al fine della loro reperibilità. Purtroppo l’America non è più quella di una volta. Prima si arrivava e si andava a vivere nella stessa zona dove c’erano i tuoi paesani i quali ti aiutavano a mettere su casa: chi ti prestava un divano o un tavolo, tanto per darti un idea, poi il dopo veniva da solo, trovavi lavoro i figli a scuola e via, ogni inizio ha le sue difficoltà, difficoltà che oggi sono più evidenti. Nel tempo, come era logico avvenisse, la comunità italiana si è sparsa in giro, anche se qui ancora a Brooklyn possiamo vantarci di avere una comunità molto presente e forte altrimenti il centro della FIAO non sarebbe potuto nascere, questo per darti un’idea di ciò che voglio dirti. Affittare un appartamento era cosa facile e costava poco ora sarà pur sempre facile trovarlo, ma costano caro, in poche parole “l’American Dream” sarà pur sempre valido, ma la globalizzazione l’ha reso molto, ma molto più duro da raggiungerlo.

Questo il Centro che è stato da poco inaugurato:

IL CENTRO TOPS OUT! New York, 18 ottobre 2012 – Oltre duecento leader della comunità e degli affari si sono uniti ai funzionari pubblici eletti di Brooklyn e alla Federazione delle organizzazioni italoamericane per celebrare il “Topping Out” di Il Centro. Per commemorare i progressi, FIAO ha alzato la bandiera americana e italiana in cima all’edificio come tributo alla comunità italo-americana. Situato al numero 8711 della 18a Avenue (Cristoforo Colombo Blvd e Benson Ave). Si tratta di un centro culturale italoamericano di 6 piani che rappresenterà un nuovo punto focale per FIAO, che dal 1977 fornisce programmi e servizi sociali.

Il Centro è il primo centro di comunità culturale italoamericano costruito nella città di New York. Si trova al 8711 Cristoforo Colombo Blvd (18th Avenue), Brooklyn. E’ sempre in via di evoluzione e il suo obbiettivo sarà di espandere i servizi per risorse culturali per gli italoamericani e di diventare, così, un modello per tutti i gruppi etnici su come conservare, celebrare e curare il proprio patrimonio in una società multiculturale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*