Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno V - Num. 29 / 2017

Anno V - Num. 29 - 15 settembre 2017 Cultura e spettacolo

Intervista a Nino ‘U Ballerino re Street Food Palermitano

di Vilma Maria Costa
         

nino 'u ballerino alla biennale di milano con sgarbiAbbiamo incontrato all’interno dei suoi locali Nino ‘U Ballerino, famoso, ormai in tutta Italia e anche oltre, per i sui panini con le panelle e con la milza, per porgli alcune domande sulla sua frenetica attività di quest’anno.

Intervista

  1. Nino ultimamente sei sempre ospite di grandi manifestazioni, ci ricordi le più importanti di quest’anno?

In effetti quest’anno è stato particolarmente intenso. E’ cominciato a Gennaio con una trasferta negli USA e precisamente a New York (trinacrianews.eu/ninou-ballerino-new-york-focaccere-ospite-donore-festival-of-song-usa-2017/  ), dove ho effettuato una serie di cooking show. Ad Aprile poi sono stato in Israele, ospite dell’Israel Master Chef Academy Worldwide (http://trinacrianews.eu/i-migliori-cuochi-mondo-in-israele-per-giorni-gastronomica-nino-u-ballerino-ambasciatore-street-food/). Altre trasferte ugualmente importanti sono state quelle alla Università IULM a Milano e poi, sempre a Milano, per l’inaugurazione della Biennale di Vittorio Sgarbi, il quale per la seconda volta ha voluto che mi occupassi del catering per la giornata di apertura. Ma ricordo anche i tanti eventi a cui ho partecipato nella mia Sicilia, come il Blue Sea Land a Trapani, gli Street Food Fest di Messina e Sciacca, le altre numerosissime manifestazioni

  1. Quale di queste ti ha dato maggiore emozione e soddisfazione?

A loro modo sono state tutte importanti, ma ritengo che avere avuto modo di far conoscere con successo le mie specialità negli Stati Uniti ed Israele sia stata un’emozione grandissima. Così come enorme soddisfazione mi hanno dato gli eventi alla Biennale e alla IULM, proprio per il loro particolare prestigio. Devo dire, però, che ricorderò sempre anche tutte le manifestazioni a cui ho partecipato qui in Sicilia, proprio per il calore e l’apprezzamento dimostrato dalle tantissime persone che hanno voluto gustare il mio cibo di stradaNino 'U Ballerino al blue sea land

  1. Quando tu sei fuori per diffondere lo street food palermitano chi prende le redini della tua azienda?

I miei familiari. Mia moglie Rosaria in sala e mio padre e mio fratello nelle cucine “tengono la posizione” in maniera ineccepibile, garantendo al 100% la qualità e bontà dei nostri prodotti e del servizio. E poi, ho la fortuna di avere uno staff davvero eccezionale. Posso dire che quando parto per qualche evento, anche per parecchi giorni, sono tranquillo.

  1. Chi ti accompagna in questi tuoi spostamenti e con quali attrezzature vi spostate?

Dipende dal tipo di evento, e dal numero delle persone che vi parteciperà. Diciamo dal minimo di un collaboratore fino al massimo di 2/3. Per quanto riguarda le attrezzature, io porto con me tutto quanto è necessario e non lascio nulla al caso: dalle padelle specifiche per la preparazione della milza, alla speciale friggitrice per le panelle e le crocché fino ai miei personali coltelli e forchettoni (di cui non posso assolutamente fare a meno). E, naturalmente, tutti gli alimenti, che vengono conservati in speciali box-contenitori che ne garantiscono igiene e salubrità.

  1. Puoi anticiparci qualche evento  al quale prenderai parte nel prossimo futuro?

Diciamo che il 2018 sarà un anno altrettanto pieno di eventi importanti, se non addirittura ancora di più ultimo anno. Ma preferisco non anticipare nulla primo perché voglio lasciare la sorpresa e secondo perché un po’ di scaramanzia non fa male. Ma posso dire che lo Street Food palermitano sarà ancora grande protagonista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*