Periodico registrato presso il Tribunale di Palermo al n.6 del 04 aprile 2012

Anno VII - Num. 37 / 2019

Anno I - Num. 03 - 28 settembre 2012 Cultura e spettacolo

Intervista a Beatrice Feo Filangeri artista e mecenate, creatrice del Pop Barocco

Ascolta l’intervista alla Beatrice Feo Filangeri all’interno del video che è stato realizzato con le immagini delle opere più significative del suo Pop Barocco

di Vilma Maria Costa
         

Palermo – Siamo stati accolti nell’elegante dimora del Maestro d’Arte Beatrice Feo Filangeri, dove l’artista ha anche il suo atelier, per farvi conoscere meglio in cosa consista la nuova corrente del Pop Barocco di cui la Feo Filangeri ne è il capofila e l’ideatrice.

Il Maestro in atelier ci ha fatto vedere il suo recentissimo lavoro appena ultimato: l’Hermes, una figura mitologica, che, come tutti i personaggi raffigurati nelle opere dell’artista, viene attualizzato. Il messaggero degli dei entra dirompente nella nostra epoca come se varcasse una porta del tempo e la tela fosse il mezzo di passaggio, la porta, appunto, per giungere sino a noi e consentirgli di portarci un messaggio, lui che è il foriero di messaggi per antonomasia. E i messaggi non possono che essere quelli dell’artista che lo ha raffigurato, pensieri di una donna sensibile e altruista che guarda alla concretezza delle cose e desidera che la cultura in generale e l’arte in particolare possano servire per il miglioramento della società. Proprio per questa ragione ha deciso di dedicarsi al progetto di Palazzo Resuttano, di cui la Feo Filangeri ci parla nell’intervista, dove con la sua generosità e mecenatismo ospita artisti di tutto il mondo, famosi e non, ma sempre di alto talento che la colpiscono perché la sua esperienza le fa anche intuire quali siano quelle persone dotate di genio che vanno sostenute e incoraggiate, e sono tanti gli artisti, come la Feo Filangeri precisa nell’intervista, che hanno dopo il suo incoraggiamento partecipato ad importanti rassegne e mostre di prestigio.

Il Maestro sa usare sapientemente ed elegantemente i colori, c’è nei suoi lavori impetuosità, e raffinatezza, dolcezza e combattività caratteristiche che sembrerebbero contrastanti, ma che ben trasmettono componenti caratteriali dell’autore, che non si arrende, ma desidera arrivare con determinazione all’obiettivo che si è prefissato.

Ecco cosa le abbiamo chiesto (Ascolta le risposte nel video sopra):

TrinacriaNews è oggi nella splendida dimora che è anche il suo atelier del maestro d’arte Beatrice Feo Filangeri che ci ha accolti per rilasciarci un’intervista.

Beatrice Feo Filangeri è una nobildonna che ha fatto dell’arte la sua ragione di vita. Una donna vulcanica e piena di idee che produce opere di alto valore artistico. Si è dedicata dapprima al genere astratto e molti, infatti la ricordano per questo modo di dipingere, ma è un’amante del figurativo dove con esso raggiunge la sua massima espressione artistica sempre, comunque, grazie all’uso raffinato e nello stesso tempo aggressivo, del colore, disposto in maniera sapiente, che crea un effetto di tridimensionalità e plasticità.

Ha reso la sua arte, il suo modo di dipingere e di ritrarre davvero interessante inserendola in una corrente nuova, da lei stessa creata con un intuito geniale, il Pop Barocco, termine coniato da Giovanni Nappa, critico d’arte napoletano, ma poi adottato da Philippe Daverio, critico d’arte e giornalista che con grande intuizione, come è solito avere, inserisce la Feo Filangeri con un suo capolavoro Agnello di Dio e la misteriosa e ctonia Ofelia al 57° Premio Michetti tra “I nuovi barocchi” nella categoria, appunto, del Pop Barocco.

  1. Il nostro pubblico sicuramente si starà chiedendo, in cosa consiste e da dove deriva il Pop Barocco?
  1. Qual è il procedimento che segue nella realizzazione di un’opera di Pop Barocco? Ci può descrivere le fasi di lavoro?
  1. Cosa vogliono rappresentare e perché le scritte che graffiano lo sfondo delle sue opere?
  1. Il suo amore totale per l’arte la porta ad aiutare gli artisti e questo fa intravedere la sua generosità e il suo altruismo, vuole parlarci delle iniziative che ha intrapreso e intraprenderà quale mecenate?
  1. Quale tecnica preferisce per il Pop Barocco e perché?
  1. Ci siamo incontrate a Palazzo Costantino e Di Napoli in occasione della mostra collettiva iconografica su Santa Rosalia dal titolo Santa Rosalia e il Festino e lì ho avuto modo di ammirare una sua opera Rosa dolcissima Rosalia cosa è significato per Lei rappresentare la Santuzza Patrona di Palermo e cosa ha voluto trasmettere?
  1. Ha in cantiere progetti o iniziative di cu intende parlarci? Avrà mostra a breve?

Note biografiche

Beatrice Feo Filangeri Beatrice Feo Filangeri nasce da nobile famiglia materna, il padre, alta borghesia, industriali del ferro. Il padre Franz è avvocato, il nonno paterno Ammiraglio nella Marina Militare, decorato con croce d’oro al merito di guerra, i nonni materni nobili che hanno fatto la storia della Sicilia.
Nonostante la famiglia voleva fare di lei un notaio o un avvocato, Beatrice tentenna tra la carriera del medico e quella dell’arte.
L’ispirazione artistica prevarrà, il suo animo irrequieto si è da sempre ribellato a regole, imposizioni e stereotipi della famiglia, che inizialmente non accetterà le sue scelte artistiche.
Studia con estremo rigore nelle scuole ed Accademie d’Arte in Italia e all’estero. Si alurea con il massimo dei voti (110 e lode) e con tutte le onorificenze e encomi.
Inizia prestissimo a circondarsi ed accattivarsi le simpatie di personaggi famosi, di artisti importantissimi della storia dell’arte come Gianni Dova o come l’amicizia con Ugo Nespolo, Salvatore Provino(suo maestro in Accademia a Palermo) o Vittorio Sgarbi, Philippe Daverio, Paolo Levi, e tantissimi altri artisti italiani ed internazionali, molti dello spettacolo, della musica, del teatro, della televisione e della cultura, personaggi di alto livello in grado di arricchire il suo bagaglio già elevatissimo.
Ha partecipato ad una Biennale di Venezia, all’Arsenale Novissimo http://www.teknemedia.net/pagine-gialle/fiere/biennale_venezia/artisti-sede.html, e a tantissime altre esposizioni in Italia e in tutto il mondo
Ha creato e cura aggiornandolo puntualmente un suo blog http://beatricefeofilangeri.blog.com
Apprezzata e ricercata art director e organizzatrice di selezionati eventi d’arte e cultura, è stata per tre anni Art director di Palazzo Resuttano eventi a Palermo.
Coordinatrice Nazionale per la Cultura del MPN ( Movimento Patria Nostra)

Ringraziamo il Maestro d’Arte Beatrice Feo Filangeri per la disponibilità e gentilezza con le quali ci ha ricevuti e le auguriamo sempre più successo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

TrinacriaNews.eu favorisce la pubblicazione di commenti, siano essi critici o positivi, ritenendoli una potenziale fonte di arricchimento dei contenuti degli articoli e del dibattito intorno ad essi. I commenti inseriti sono sottoposti a pre-moderazione. Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti ritenuti volgari, offensivi, che richiamino a comportamenti illegali o che, ad insindacabile giudizio della Redazione, saranno ritenuti inadeguati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*